Utente 241XXX
Gentili medici,

sono un ragazzo di 28 anni che ha un problema. Ho due nei strani (credo si tratti di due nei verrucosi, dal momento che sporgono "fuori" dalla pelle e non si trovano quindi allo stesso livello dell'epidermide) che si trovano sotto l'ombelico in basso a sinistra - praticamente all'altezza dell'elastico delle mutande o in prossimità del punto in cui viene stretta la cintura dei pantaloni.

Qualche tempo fa uno dei due nei, quello più piccolo, si è ingrossato ed è diventato tutto rosso. Mentre stava ingrossando sentivo anche del dolore in seguito a sfregamento di vestiti ecc. Alla fine il neo è "scoppiato", è uscita un po' di acqua e nell'arco di un mese si è nuovamente "rimarginato". Con "rimarginarsi" non voglio affatto dire che è ritornato ad avere le dimensioni di prima, ma si è formato di nuovo un piccolo neo al posto del vecchio.

Appena questa mattina ho scoperto che ieri è accaduto di nuovo lo stesso con l'ALTRO neo, quello più grande. Si è ingigantito moltissimo e sembra che stia per scoppiare da un secondo all'altro - o meglio, solo da una parte il neo in questione si è ingrossato e, precisamente, quella sinistra (come se sopra si fosse creata una sorta di bolla).

Io non so che cosa fare, da un lato vorrei toccarlo e premerlo per "farlo scoppiare" io stesso, dall'altro mi dico che forse è meglio lasciar stare.

Magari scoppierà da solo e si rimarginerà da solo...però perché mi succede questo? tutto ciò può essere una spia di qualche anomalia del mio corpo o segno di qualcosa che non funziona o non va? o segno di qualcosa in ogni caso più grave? Al momento non ho altri medici a cui rivolgermi ed è per questa ragione che ho pensato di contattare voi per un parere.

Durante l'ultima visita dermatologica (ne faccio una all'anno di solito) mi è stato peraltro detto che non devo preoccuparmi per questi due nei. Ma quando ho fatto questa visita ancora non erano scoppiati. Non so cosa fare, mi avvalgo solo dei vostri consigli.

Vi ringrazio già ora dell'attenzione che mi concedete
e vi auguro buona giornata.

Grazie mille!

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

non possiamo sapere - oltre al rassicurante indirizzo diangostico del dermatologo da lei interpellato - cosa sia accaduto a questi nevi.

Il consiglio da qui è quello di non toccarli e in caso di fuoriuscita di sangue effettuare una semplice disinfezione; nel frattempo utile rivolgersi al dermatologo in tempi ragionevoli.

saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it