Utente 495XXX
ciao sono un ragazzo di 24 anni.
Ho questi condilomi sono già un paio di volte che li brucio.
Mi piacerebbe sapere di solito quante volte rivengono...e se è possibile trasmetterili via sesso orale nelle molteplici varianti che ci possano essere in un rapporto fisso insomma...
Vi ringrazio per la gentile attenzione!

[#1] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri

28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
SARTEANO (SI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
i condilomi si potranno ripresentare ogni volta che lei avrà rapporti non protetti con persone a loro volta affette oppure potranno ricomparire se la terapia effettuata non è stata efficace.
E ' importante che prima di avere rapporti non protetti lei sia sicuro di non essere più infetto ( quindi è necessaria una visita del venereologo).
Per rispondere alla sua seconda domanda, la risposta è si, i condilomi possono trasmettersi anche tramite sesso orale e anale.

Cordiali saluti
Dott.ssa Serena Mazzieri

[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La condilomatosi genitale (Malattia da HPV) è una condizione Sessulamente Trasmissibile molto infettiva ed auto-inoculante.

Tale patologia deve essere ricondotta sicuramente allo specialista VENEREOLOGO (esperto di cute e mucose genitali e di MST) per la diagnosi e la terapia definitiva.

In virtù delle molteplici vie terapeutiche (dai Laser ablativi, alla Diatermocoagulazione, alla crioterapia, associate o meno a terapie immunomodulanti topiche) che ogni Medico può intraprendere, non è a noi che deve chiedere quanto durerà tale condizione e le sue recidive, ma al medico che la sta curando.

si riferisca quindi al suo curante per chiarire la situazione, ben sapendo che tale patologia - altamente infettiva - è trasmissibili anche per contatti orali (rapporti orali) genitali ed anali.

cari saluti


Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#3] dopo  
Utente 495XXX

Vi ringrazio per le risposte, sono molto esaudienti!
Visto che preferisco sentire più persone sui condilomi per capire meglio.Volevo chiedervi un consiglio per una terapia immunomodulante topica da associare alla crioterapia e quali risultati potrebbe avere se efficace o no ecc...calcolando che a me spuntano 2 piccoli condilomi e sono già 2 volte sulla pelle intorno lato interno...c'è modo di capire se una pers ha i condilomi nell apparato orale?!
Grazie

[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il metodo genitle utente esiste e si chiama Visita Venereologica: l'efficacia della terapia immunomodulante specifica è dimostrata scientificamente.

cari saluti e si affidi al VENEREOLOGO per capire come affrontare al meglio la situazione.



Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#5] dopo  
Utente 495XXX

Ma esiste un test per capire se si è portatori di condiloma per via orale? e quanto resiste il virus nel cavo orale? esistono soluzioni per eliminarlo?
Grazie

[#6] dopo  
Dr. Alessandro Benini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN)
FANO (PU)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Gentile Utente, è solo tramite visione diretta e quindi visita Venereologica che si può capire se presenti HPV a livello orale.Se risultano presenti l'approccio terapeutico è del tutto simile a quello utilizzato per gli HPV in altre sedi(Laser,DTC,Crioterapia).
Saluti
Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena

[#7] dopo  
Utente 495XXX

Quindi in poche parole la cosa sarebbe ben visibile?! Se non si vede nulla di strano quindi non dovrebbe esserci niente e non si può neanche contaggiare tramite bacio o altro...
grazie per l'attenzione

[#8] dopo  
Dr. Alessandro Benini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN)
FANO (PU)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Proprio così e se presente qualche neoformazione va sempre fatta vedere allo specialista Venereologo, l'unico in grado di scartare altre neoformazioni che entrano in diagnosi differenziale.
Di nuovo saluti ed auguri di buona pasqua!
Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena

[#9] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il "niente di strano" (che sarà sicuramente così) però lo faccia escludere dal Venereologo, l'unico ch epuò valutare le microcondilomatosi, di norma mai visibili all'occhio del paziente.

questo senza ingenerare ansie immotivate ma per far capire che l'autodiagnosi non aiuta mai.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it