Utente 261XXX
Buongiorno,
ho 38 anni e ieri sera ho fatto la visita dermatologica per il controllo dei nei che nel mio caso sono concentrati di più sulla schiena; all'esame, credo che si chiami epiluminescenza, ha notato un neo piccolissimo (più piccolo degli altri ma con maggiori aspetti atipici non era molto regolare, secondo il referto del medico) e mi ha consigliato di rimuoverlo; mi ha detto che potevo farlo anche in ospedale oppure mi avrebbe prenotato con il chiururgo presso la struttura dove ho fatto la visita (una struttura privata), ovviamente presa da una enorme ansia ho prenotato immediatamente e mi hanno inserito la prossima settimana; il medico mi è sembrato ottimista, nel senso che a detta sua, essendo piccolissimo c'è da stare abbastanza tranquilli.
Dopo questo preambolo le mie domande sono:
- il nevo atipico è necessariamente un melanoma?
- è vera l'affermazione che essendo molto piccolo c'è da essere ottimisti?
Grazie e cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
0% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
raccomandiamo per correttezza di non richiedere quesiti ad un singolo professionista ma di rivolgerli all'intero staff: tanto ognuno di noi tende a rispondere agli argomenti per i quali si sente più "autorevole" e comunque, se le affermazioni non dovessero essere condivise, di solito ci si può anche "contraddire" tra professionisti.

Detto questo, le rispondo:
1 - il nevo atipico è un concetto piuttosto vago: di solito lo riserviamo a lesioni melanocitarie che interpretiamo come un nevo ma che, per alcune caratteristiche, ci lasciano un po' di dubbi ed allora vengono asportate per essere analizzate istologicamente. Naturalmente se vengono asportate un minimo di dubbio possa trattarsi di un melanoma ci dev'essere, altrimenti non avvarrebbe senso farlo. Il più delle volte, tuttavia, se togliamo il "nevo atipico" ci troviamo istologicamente un nevo "normale" o displastico, talora magari un melanoma agli esordi. Quindi comunque è nettamente più ottimistico togliere un "nevo atipico" rispetto ad un "sospetto melanoma".
2 - generalmente c'è una correlazione "ottimistica" tra le dimensioni dell'elemento e la sua gravità.

se lo desidera saremo lieti di commentare l'istologico una volta che ne verrà in possesso.
Cordialissimi saluti
Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena

[#2] dopo  
Utente 261XXX

Buonasera, innazitutto grazie per la sollecita risposta, mi dispiace se no mancato nei confronti dello staff, detto questo avevo capito che se lo tolgono una ragione ci sarà; il medico non ha mai usato termini come "displastico" ha solo parlato di atipia, speriamo bene non sono molto tranquilla, ho letto qualche consulto e sono molto spaventata, anche è perchè prima d'ora non ho neanche mai preso in considerazione l'idea della visita dermatogica...forse ho avuto un sesto senso!!
Sarei comunque tranquilla se vorrà commentare l'esame istologico.

Grazie ancora, saluti cordiali

[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
0% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Giustamente: il nevo displastico non si diagnostica ad occhio ma solo con l'esame istologico. Si usa appunto il termine atipico per dire che potrebbe essere displastico.
Non affronti con troppa ansia questa cosa e ci tenga informati.
Cordiali saluti
Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena

[#4] dopo  
Utente 261XXX

Gentili dottori,
riporto di seguito il referto dell'esame istologico:
Descrizione macroscopica:
losanga di cute (cm 0,9 cm x 0,5) inviata come del dorso, sede di lesione pigmentata, piana, a margini irregolari, del diametro maggiore pari a cm 0,4 e che dista cm 0,2 dal più vicino margine di resezione.
Il materiale inviato si esamina in toto.
Diagnosi:
Nevo composto con displasia di basso grado della componenete giunzionale.
La lesione nevica è risultata istologicamente compresa nei margini della exeresi chiururgica.
Cosa ne pensate?
Grazie e cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
0% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
É un nevo displastico.
A dispetto del nome, come potrà leggere in numerose pagine del sito, si tratta di un nevo a tutti gli effetti, quindi non deve fare altre cose. Statisticamente chi é affetto da nevi con displasia ha una certa maggiore suscettibilità a sviluppare un melanoma quindi sono raccomandati controlli dermatologici annuali.
Cordiali saluti
Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena

[#6] dopo  
Utente 261XXX

Gent.li dottori, avrei bisogno ancora una volta di un vostro chiarimento ....in seguito all'esame istologico, mi sono recata dal mio dermatolgo, il quale mi ha suggerito il prossimo controllo a settembre, giusto per sicurezza per poi decidere delle visite scadenziate in periodi piu' lunghi....lsecondo voi durante questo tempo puo' presentarsi un eventuale melanoma? ho letto un articolo sul giornale di una giovane donna morta per questo tumore e il mio cervello e' andato in cortocircuito!!! usare le protezioni solari e' un valido metodo di prevenzione?
Grazie ancora per il prezioso aiuto.