Utente 274XXX
Salve,
di recente sono andata daldermatologo per farmi controllare un neo che mi sembrava sospetto (non ricordo se ce l'ho da molto e com'era prima) e aveva iniziato a darmi un po' di fastido localizzato. Il dottore mi ha detto che probabilmente è un neo displastico che si è modificato nel tempo e mi ha consigliato di toglierlo e fare un esame istologico. A breve prenoterò la visita per toglierlo, ma mi sa che ci sarà da attendere un po'. C'è qualche problema di tempo visto che non potrò toglierlo subito? Un altra domanda, questo neo si trova sul seno destro vicino l'ascella ed è posizionato proprio al di sopra di una vena che è ben visibile data la pelle sottile. Data la posizione, è più pericoloso o questo fatto non incide e quindi non dovrei preoccuparmi più del dovuto?
Grazie in anticipo per le risposte.

[#1] dopo  
Dr. Giulio Sonego

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
Gentile paziente,
Inizio con rispondere alla seconda domanda. La posizione del nevo è assolutamente ininfluente sull'intervento. Un qualsiasi chirurgo o dermochirurgo sa perfettamente come comportarsi e la presenza di una vena non comporta alcun rischio.
Riguardo i tempi di esecuzione dell'intervento, ritengo non ci siano problemi. Nel senso che se uno specialista, magari con l'apporto di una epiluminescenza ( esame ottico che permette di valutare particolari non identificabili a occhio nudo ), se ha un sospetto di melanoma o comunque di una lesione melanocitaria fortemente sospetta, dovrebbe far asportare la stessa nel minor tempo possibile. Devo quindi ritenere che lo specialista che l'ha visitata, non avendole "messa fretta" , abbia considerato il nevo non particolarmente a rischio.
Cordiali saluti
Dr. Giulio Sonego Dirigente medico Day Surgery dell'IDI
www.medicitalia.it/giuliosonego;
www.dermolaserchirurgia.it

[#2] dopo  
Utente 274XXX

Grazie per la pronta risposta. Effettivamente il dottore non si è pronunciato sui tempi,mi ha solo detto di comunicargli i risultati dell'esame istologico dopo averlo fatto asportare.
Inoltre guardandolo da vicino mi sembra che ci siano dei piccoli rilievi che gli danno un'aspetto un po' "squamoso", cosa che prima non avevo notato, in quanto me lo ricordavo perfettamente liscio... Questo segno e quello del fastidio (è come se sentissi una specie di pressione) sono indici di qualcosa oppure non è niente di strano?
grazie ancora