Utente 292XXX
Egregi Dottori,

avrei alcune domande da porvi. Per comodità le suddividerò in due parti.

Parte Prima:

gradirei sapere se a 5 mesi e qualche giorno i seguenti esami siano definitivi:

hiv I e II + p24 negativo
antigene HBsAg negativo
anticorpi HCv negativo
Tpha negativo

inoltre:
- ritenete che HBsAg sia definitivo come marcatore a oltre 5 mesi?
- Tpha da solo va bene?

Al numero verde ISS mi è stato riferito che HIV e TPHA sono largamente definitivi: hiv a 3 mesi e tpha a 1. Non ho chiesto loro in merito alle epatiti.
Invece un medico specializzato in malattie infettive mi ha detto che su tutti gli esami sono negativo e ciò è definitivo, quindi non devo richiedere ulteriori esami.

Tuttavia gradirei anche un Vostro gentile parere in quanto esperti in venereologia.

------------------------------------------------------------------

Parte Seconda:

ipotizziamo un uso corretto del preservativo, specialmente nei rapporti occasionali.Test ematici sempre fatti. Tuttavia, consigliereste i seguenti test anche senza sintomi e di fronte a rapporti, quindi, protetti?

Tricomonas vaginalis
Mycoplasma hominis
Mycoplasma genitalum
Chlamydia trachomatis
Neisseria gonorrhoeae
Ureaplasma urealyticum

Se SI, meglio tampone o urinocoltura?

Questo pensiero mi è sorto recentemente per curiosità vedendo che a noi pazienti si prescrivano (ad esempio certi medici di famiglia) spesso solo i classici esami ematici. Almeno, questo è quello che percepisco leggendo quel che viene postato in rete. Tengo a specificare che non vi sia alcuna polemica da parte mia, solo sete di conoscenza.

Spero che possiate risponder presto. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Sebbene gli esami che Ci riporta siano negativi e a mio avviso in modo ampiamente sufficiente (termine valido entro il quale sono stati effettuati) direi che la ricerca di auto diagnosi in questo modo non è corretta:
fammi avviso miglior modo di stare sereni confrontarti con un venereologo al fine di chiarire i rischi che lei ha realmente corso a fronte dei quali stabilire la migliore strada diagnostica da associare ad una buona Visita ed esame obiettivo.

Cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it