Utente 242XXX
Gentili dottori, una quindicina di giorni fa ho avuto un incontro con un ragazzo, e mentre lo masturbavo mi sono accorto che presentava un'escrescenza sul prepuzio, al tatto sembrava un porro (della grandezza di un cece) ho smesso subito di toccarlo, in quanto mi è venuto in mente che anche la sifilide potrebbe dare delle eruzioni cutanee simili, visto che era notte non ho visto affatto né la forma, né il colore di questa cosa. Ora chiedo, è possibile aver contratto la sifilide toccando (con pelle intatta) l'eventuale sifiloma? E' possibile averla contratta, dopo aver toccato quell'affare, se ho toccato una mia mucosa? Il batterio in aria non muore? Io per il momento non ho nessun sintomo. E' possibile diagnosticarla, eventualmente, prima della comparsa del sifiloma primario?
Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità.

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.lepz
il racconto evocherebbe di più il condiloma acuminato , volgarmente detto "cresta di gallo", ma senza visita...
Comunque si tratta di lesioni contagiose (più per rapporti più profondi rispetto alla semplice masturbazione ,per la verità).
La visita eventualmente sarebbe utile.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)