Papilloma virus 16, 35

Gentili medici,

è da un anno esatto che ho forti dolori durante i rapporti. In concomitanza con questi dolori sono cambiate 2 cose: partner e nuvaring come nuovo metodo contraccettivo dopo yasmin. Ho fatto mille test e inizialmente mi sono stati trovati ureaplasma uralyticum, gardnerella e trichomonas. Curati questi, i dolori continuano e ho fatto una nuova visita e mi sono stati prescritti esami per hiv, hpv e gonorrea. Durante la visita con colposcopia mi è stata trovata solo una piaghetta (infatti durante tutti i tamponi sanguinavo sempre). Nel frattempo ho preso Astarte (fermenti lattici) e ho sospeso Nuvaring, riscontrando dei lievi miglioramenti. Recentemente ho ritirato i risultati e sono risultata positiva solo per HPV, ceppi 16 e 35. I risultati del pap test purtroppo (dopo 2 mesi) ancora non sono arrivati.
Come "cura" per ora mi sono stati dati Finderm forte Beta e la thuya per bocca.
Ho un paio di dubbi:
a) I bruciori possono dipendere dall'HPV o dovrei ricercare altre cause? Quali?
b) Siamo sicuri che posso prendere la thuya per bocca? Sulla confezione (io ho la tintura madre, thuya occidentalis della boiron) c'è scritto chiaramente "per uso cutaneo". Ho sbagliato prodotto?
c) Siete d'accordo su questa terapia volta solo alla stimolazione del sistema immunitario, considerato che si tratta di ceppi ad alto rischio?
d) Il mio partner deve fare qualcosa? Credo che me l'abbia trasmesso lui, perché già dagli inizi ho notato una piccola verruca in zona perinanale. Pensavo fosse lì dalla nascita, ma ora che gliene ho parlato dice di non averla mai notata. Potrebbe essere un condiloma a questo punto. Non rischiamo l'effetto ping-pong se non ci curiamo entrambi? Il preservativo inoltre non risolverebbe niente visto che il condiloma è contagioso e non è in una zona coperta.
Grazie mille!
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,6k 1,3k 252
1. L'infezione da HPV spesso é asintomatica,quindi non deve fidarsi dei sintomi.
2. Queste sostanze possono aiutare fisiologicamente il sistema immunitario a eliminare il virus.
3 per il partner consiglierei una PENISCOPIA per confermare la presenza di condilomatosi del partner,non sempre presenti .
Il partner maschile spesso é un portatore "sano"
Saluti

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test