Utente
Gentili Dottori

Vi scrivo perché davvero non so cosa fare. Non so cosa mi succeda.

Tutto è cominciato verso la fine del mese di Agosto. Dopo aver fatto la pipì ho notato delle macchie rosa chiaro sulla carta igienica.
Essendo allora in prossimità di ciclo mestruale non ho dato peso alla cosa credendo che mi fosse arrivato il ciclo. Il ciclo non è arrivato e il giorno dopo alla fine della minzione si è verificata la stessa cosa, con urine odorose e una sensazione di "tiraggio" e fastidio interno non durante la minzione, ma nel tratto finale. Credevo fosse un sintomo premestruale ma non era così. Forse per l'agitazione dovuta a questi sintomi mai provati prima ho avuto un ritardo del ciclo di circa una settimana. A fine minzione ho avvertito anche delle pulsazioni / contrazioni (alla vescica credo) che sembravano andare pari passo col battito cardiaco.
Tutti questi sintomi mi hanno fatto allarmare e fare millemila ricerche su internet che mi hanno messo in un forte stato ansioso. Ad un certo punto però la situazione mi è parsa migliorata, i sintomi erano meno fastidiosi e in alcuni giorni non avvertivo assolutamente nulla. Negli ultimi due giorni di nuovo l'incubo con sensazioni fastidiose nuove. Non riesco a definire con precisione la zona del fastidio, se si tratta dell'uretra o della vagina o di entrambe le zone! a volte il fastidio si estende fino all'ano. Sento come un bruciore e una tensione molto fastidiosa simile a quella che si prova quando si è eccitati. Sento che questa tensione fastidiosa mi porta ad avere come del pizzicore alla vagina e la cosa più fastidiosa è che mi porta ad avere il clitoride turgido, rendendolo molto sensibile, come se fosse perennemente in tensione, come se fosse eccitato. Questa situazione mi sta creando un disagio enorme, addirittura sto pensando che non si tratta di una cistite come pensavo ma un disturbo più grave che mi porta ad accusare tutti questi fastidi. Provo fastidio non solo alla fine della minzione ma anche mentre cammino o sono seduta, e questo fastidio sembra attenuarsi a volte con la masturbazione. Ho addirittura pensato alla PSAS. Io credevo che fosse una cistite, ma ora mille dubbi mi attanagliano, non so se è una cosa vaginale uretrale o un disturbo diverso.

Aiutatemi a capire per favore.



[#1]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Dovrebbe riferire se ha eseguito una visita ginecologica (fondamentale per capire l'origine del suo disturbo), esame delle urine con antibiogramma e urinocoltura
saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore

Non ho eseguito visita ginecologica ma ho eseguito l'esame delle urine con antibiogramma e urinocoltura lunedì. Sono in attesa dei risultati.
Nel frattempo potrebbe dirmi di cosa si possa trattare?
Dopo la minzione avverto delle fitte nel basso ventre ( credo vescica ) e un fastidio al clitoride come le ho già spiegato in precedenza che permane nel tempo.
Ho il terrore che sia cistite interstiziale o qualcosa di peggio.
Non ho mai avuto di questi disturbi.

[#3] dopo  
Utente
Dottore ho avuto i risultati dell'esame delle urine.

ESAME FISICO CHIMICO E MICROSCOPICO

Aspetto: Torbidiccio
Colore: II Vogel
Reazione: Acida pH 5,5
Densità: 1.025
Albumina: Assente
Sangue: Assente
M.Pus: Assente
Zuccheri: Assenti
Cellule: Diverse
Leucociti: Numerosi
Emazie: Assenti
Acetone: Assente
Urobilina: Normale
Pigmenti Biliari: Assenti
Cilindri: Assenti
Cristalli: Assenti
Nitriti: Presenti

URINOCULTURA (METODO: COLTURALE BIOCHIMICO)
assente/negativa

CARICA BATTERICA: 800.000 CFU/ml

IDENTIFICAZIONE GERMI: Escheria coli

ANTIBIOGRAMMA (gram-)

NALIDIXIC ACID : SENSIBILE
AMPICILLIN : RESISTENTE
CEFUROXIME : SENSIBILE
CEFTAZIDIME : SENSIBILE
CO-TRIMOXAZOLE : SENSIBILE
GENTAMICIN : SENSIBILE
NITROFURANTOIN : SENSIBILE
NORFLOXACIN : SENSIBILE


[#4]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Si tratta di una cistite che deve essere curata con un degli antibiotici verso cui è sensibile
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#5] dopo  
Utente
Gentile Dottore la ringrazio per la celere risposta. Potrò vedere il mio medico curante per poi mostrargli gli esiti delle analisi solo martedì. Nel mentre mi chiedevo se è grave aspettare martedì, se questo può compromettere il mio stato di salute. Le urine sono molto chiare, quasi trasparenti, dall'odore molto forte. E io sto accusando forti mal di testa che non riesco a capire se riconducibili alla cistite.

[#6] dopo  
Utente
Inoltre ha sentito parlare della cura della cistite con il D-Mannosio ?
Cosa ne pensa a proposito?

[#7]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
E' opportuno trattare la cistite con un antibiotico in base alla risposta dell'antibiogramma. Il sab e dom può rivolgersi alla guardia medica per la prescrizione della terapia. Riguardo la terapia, ritengo che la cura debba essere antibiotica
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#8] dopo  
Utente
Dottore non mi fido molto dei medici di guardia del mio paese, e poi vorrei parlare con il mio medico. Ritiene che sia meglio non aspettare martedì?

[#9] dopo  
Utente
Gentile Dottor Sergio
Domani finalmente vedrò il mio medico curante, solo che stamattina all''alba sono stata svegliata da un fortissimo mal di pancia che si è attenuato solo dopo aver evacuato con diarrea acquosa. Un episodio identico a questo l''ho avuto il mese scorso alla comparsa dei primi sintomi. Ieri ho avvertito anche una modesta nausea. Tutto questo è causato sempre dall'' E. Coli nelle urine? Mi sento davvero a terra.
A breve mi verrà anche il ciclo. Sicuramente il mio medico mi somministrerà dell''antibiotico. Fa male prendere antibiotici con la diarrea? oppure può ridurne l''effetto? cosa potrei fare per rimettermi in sesto?

[#10]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Deve attendere la valutazione del suo medico ed attenersi alle prescrizioni. Ne riporti l'esito
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#11] dopo  
Utente
Gentile Dottor Sergio

Sono stata dal mio medico.
Mi ha detto che quelli del laboratorio " non si sono dati da fare più di tanto " con l'antibiogramma, avendo solo 8 esiti quando a detta sua se ne potevano fare molti di più. Io non prendo le pillole e mi ha detto che in base all'antibiogramma c'erano solo antibiotici in compresse o a iniezioni. L'unico che ha potuto prescrivermi è stato il bactrim scriroppo. Me ne ha prescritti 2 flaconi con posologia di 2 misurini al mattino e altri 2 alla sera per sei giorni. Il problema è che questo farmaco a flacone non si trova più in commercio da mesi e io non vorrei fare le iniezioni. Per l'intestino mi ha detto di abbinare delle enterogermina.

[#12] dopo  
Utente
Come posso fare? Hanno deciso di non fornire più di bactrim sciroppo proprio ora che serve a me.