Utente 855XXX
Ho già scritto in passato: sono donna, 37 anni. Dal 2011 assumo quotidianamente benzodiazepine, prima lexotan e da un anno e mezzo circa xanax. Il mio è un vero abuso, da 6 mesi in media ne prendo 150 gocce al giorno. Sto andando da uno psichiatra che mi ha dato zoloft e programmato riduzione graduale xanax. Proprio da quando ho cominciato ad assumere benzodiazepine ho notato graduale ed ormai in alcune zone (tempia sinistra) serio diradamento dei capelli. Sia voi che lo psichiatra avete escluso nesso causale. Ammesso invece che sia proprio l'abuso la causa se cominciassi ad applicare minoxidil (dopo visita dermatologica) e eliminare xanax il diradamento sarebbe reversibile? Ossia potrei far ricrescere i capelli con aiuto minoxidil e poi sospenderlo senza che ricadano?

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissima
secondo la nostra esperienza, risulta che in occasione di patologie psichiatriche e di assunzione di farmaci psicotropi la capigliatura e quindi il follicolo pilifero può risentirne.

Con questo sicuramente lei potrebbe avere delle terapie assolutamente efficaci sotto la guida del dermatologo e dopo una diagnosi accurata che potrà agevolare la corretta ricrescita dei suoi capelli.

Per ulteriori informazioni può leggere nel sito www.tricoscopia.it
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it