Utente 238XXX
Salve, mi è stato asportato un neo sebaceo con metodo shaving, questo è il referto dell'esame istologico:
Materiale accettato: biopsia escissionale lesione cutanea regione parietale destra cuoio capelluto
descrizione macroscopica: formazione cupolioforme delle dimensioni di cm1x 0,7x0'3 asportata per shaving. Tutto incluso per asse corto
diagnosi: nevo nevocitico intradermico neurotizzato. La lesione giunge in prossimità del margine di resezione profondo
Vorrei sapere se è necessario rintervenire e se la tecnica shaving è rischiosa in quanto asporta solo una porzione del neo.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
0% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
gentile utente,
A mio parere non è necessario perchè si tratta di un Nevo intradermico, quindi assolutamente benigno. Se l'exeresi è stata fatta, come credo, a scopo estetico la possibilità nasca un melanoma in quella sede è esattamente la stessa che in tutto il resto della superficie corporea, quindi ai fini di una prevenzione non occorre. Se il Nevo è stato rimosso a scopo diagnostico, quindi sarà lo specialista a stabilirlo, può darsi il medico voglia rimuoverlo completamente sulla base della sua osservazione precedente.
La sua domanda conferma la mia convinzione che debba sempre essere il dermatologo ad occuparsi di queste cose perchè il tutto deve partire da una corretta diagnosi clinica e dermatoscopica.
Cordiali saluti
Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena