Utente 213XXX
Buongiorno,
Sono molto preoccupata perché è da ieri che ho messo a fuoco un problema che mi toglie persino il sonno.
Vivo da un anno un periodo stressante, in cui l’ansia, il malessere, la stanchezza mentale e fisica si possono tagliare a fette... la notte dormo poco e male, mi sveglio spesso... e ho paura he tutto questo abbia potuto nuocermi. Comunque vengo a spiegare: Un mese fa, forse un mese e mezzo, nel passarmi una mano sull’addome, ho scorto un qualcosa che subito avevo pensato fosse un brufolo e che ho provato a grattare via. Non venendo via, l’ho guardato, e la sembianza era tipo di un brufolo incistito chiaramente al bordo tutto rosso, visto che l’avevo ben grattato.
Fino ad ieri non ci ho più pensato, ma ieri l’ho ricontrollato e ho notato che stan ancora lì! Non ho idea se si sia ingrandito, comunque appare come una sorta di papula più rosata rispetto al colore della pelle con diametro di 3-4 mm al massimo, leggermente translucida al centro, non durissima al tatto ma comunque di una certa consistenza.
Impauritissima, guardando anche le foto su internet, a me sembra proprio un Nevo di Spitz.... e considerando la mia età, mi sono preoccupata tantissimo!
Oggi quindi sono andata dal mio medico di base, che l’ha guardato e mi ha liquidato dicendo che non è assolutamente un neo, di metterci un cerotto e si riassorbirà. Poi se proprio voglio, posso fare una visita, ma perché così mi tolgo il tarlo dalla testa.
Ora mi domando: vista la sicurezza del mio medico, pur non essendo lui un dermatologo, poiché ha escluso con estrema certezza l’ipotesi che sia addirittura un neo... posso stare tranquilla?
Il mio medico è internista, cardiologo e dietista.... per lesioni (di cui non si è compreso la natura ) di mio padre l’ha subito mandato da un dermatologo, con me adesso era molto tranquillo. Mi posso fidare?
Ho paura anche perché il giorno 24 ha avuto dei dolori abbastanza forti come se mi tirasse e ci fosse un nervo che si muoveva proprio in zona dove sta questo “neo”, ma poiché il giorno dopo ho avuto 2 attacchi di diarrea l’ho collegato ad un attacco di colite.
Posso mandare una foto?
Grazie mille, mi scuso immensamente per la lunghezza, spero davvero che qualcuno voglia aiutarmi perché domani è 31 e sto male.
Grazie ancora.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Con ogni rispetto, se il suo medico non è un dermatologo, le consiglio di procedere con la Visita dermatologica quanto prima per la sua sicurezza.

Siamo noi specialisti dermatologi a tutelare i pazienti dai tremori cutanei che spesso possono apparire anche come lesioni differenti dai classici Nei.

Nessuna ansia ma programmare la Visita specialsitica a mio avviso
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 213XXX

Buongiorno dottore,
Intanto grazie mille per la risposta in una giornata così particolare.
Cosa intende con “tremori cutanei”?
Io ho avuto fastidi, definirei proprio un dolore abbastanza forte... però localizzati più internamente, non era a livello di pelle, e sembrava anche come un nervo che tirava.
Inutile dire, dottore, che continuò ad essere estremamente preoccupata.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Pardon autocorrettore: leggasi “problemi”
Spero che il suo sintomo migliori!
Saluti!
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it