Utente 474XXX
Salve sono un uomo di 30 anni, ho avuto un granuloma sull'asta del pene trattata da un urologo effettuando un piccolo taglio dopo aver anestetizzato la zona interessata, non l avesse mai fatto, il granuloma si gonfia, dopo qualche giorno incontro un altro urologo sbagliando dinuovo in pratica me lo toglie con il laser e scompare x sempre, adesso è quasi un anno ma la parte interessata e rimasta consumata e bianca non uniforme al colore del l'asta del pene, adesso mi ritrovo esteticamente mal ridotto, cosa posso fare per uniformare il colore della pelle soprattutto della parte interessata?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, faccia valutare tutto da un dermatologo, sebbene la descrizione che fa del suo caso appare compatibile con un'ipocromia post trattamento, la quale solitamente è molto difficile da migliorare. Molti cari saluti
Dott.Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 474XXX

Gentile Dottore Laino grazie per la sua risposta, in pratica dopo aver risolto con quel granuloma successivamente in un periodo diverso sono usciti altri due foruncoli in un altra zona del pene trattati stavolta da un dermatologo dove li ha tolti sempre con il laser non lasciando segni lasciando la parte interessata integra.
Sono caduto io in errore affidandomi a gente poco professionale, sono giovanissimo e mi rattrista tanto vedermi esteticamente così mi dispiace che ci sia poco da fare.
Proverò a sentirmi con un avvocato per capire almeno sulla parte legale cosa posso fare perché sento di aver ricevuto un danno.
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Prima dell’avvocato chiederei ad un bravo Dermatologo. È da chiarire cosa lei abbia avuto, che tipo di tecnica sia stata utilizzata, la sua congruità, la possibilità di altre terapie, il suo tipo di pelle, la presenza di un consenso, la sua comprensione..
Non si lasci persuadere da vie legali ma cerchi anzitutto di tutelare la sua salute con chi questo fa di professione.

Ovviamente il mio è un consiglio.
Carissimi saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it