Utente 586XXX
Salve, cerchero' di essere breve, 2 anni fa mi è stata praticata una frenulotomia al pene, dopo 5/6 mesi vedevo che c'era una cicatrice bianca spessa e tesa dove era stata praticata l'incisione con l'elettrobisturi, mi rivolgo ad un urologo privato che mi pratica una diatermocoagulazione, dopo circa 1 mese vedo che la situazione è migliorata, ma non del tutto, dopo circa 6 mesi, mi viene praticata un'altra diatermo, ho usato una pomata con acido ialuronico ecc ma si assotiglia sempre di piu, ma nell'attaccatura al glande, resta sempre un po testa e bianca, ora chiedo, c'è qualche altro rimedio/metodo/tecnica perchè non si riformi sempre? laser ecc? o si è sbagliato in partenza, ovviamente non sapendo che il mio corpo reagisce cosi, usando il bisturi elettrico al posto di usare i punti?
grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente:

Cerchi subito di chiarire con un esperto dermovenereologo quale sia la situazione e soprattutto vista la descrizione che fa del suo caso escluda in primis una diagnosi di LICHEN SCLEROATROFICO

Mi faccia sapere.

Saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 586XXX

Salve dottore, poco prima della frenulotomia ho fatto le analisi perche avevo in corso una balanopostite , curata senza conseguenze con canesten, adesso ho solo questo piccolo disturbo, le chiedo se sarebbe possibile secondo lei incidere dove è presente la cicatrice e suturare con i punti evitando l' utilizzo di bisturi elettrico? Grazie

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
A mio avviso No, senza la verifica di quello che le ho detto (potrebbe esesre addirittura controindicata una procedura simile): non scrivo cose senza essere convito di ciò che dico, quindi se vuole segua ciò che le ho detto e si riferisca ad un esperto dermovenereologo.

Ancora cari saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it