Utente 506XXX
Salve,
circa 7 anni fa ho subito un intervento chirurgico in cui è stata richiesta l'asportazione di una parte di cute a livello del polso per innesto cutaneo autologo in altra sede. In seguito ho trattato il processo di cicatrizzazione del polso con apposite creme (sameplast e successivamente rilastil per molti mesi). La cicatrice risulta piana ma molto deformata (ad occhio come se fosse retratta, anche se risulta elastica ) e anche iperpigmentata, quindi visibile alla vista altrui e ciò comporta disagio e difficoltà relazionali.
Volevo chiedere se esiste qualche possibilità di miglioramento di una vecchia cicatrice, per renderla il meno visibile possibile.
In particolare:
1) Mi chiedo se esiste in commercio qualche crema che possa schiarire la cute e migliorarne la condizione. Ho visto numerose pubblicità che promettono prodigi ma non vorrei sprecare soldi con trattamenti inutili, viceversa le applicherei senz'altro.
2) Mi chiedo se esistono trattamenti medici che possano ridefinire una vecchia cicatrice, in particolare per ridurne la pigmentazione.Qualora fosse così a quale specialista dovrei rivolgermi? Il trattamento sarebbe oneroso o compreso dal SSN?
3) Prevenzione. Se volessi andare a mare a prendere il sole, l'esposizione potrebbe comportare problemi anche dopo 7 anni? Applicare una crema è sufficiente o è bene coprire la zona (polso)? Il tessuto qualora si inscurisca per l'abbronzatura ritornerebbe della colorazione normale o o ha perso questa capacità?
Ringrazio molto per la disponibilità

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, partendo dalla fine dico che la fotoprotezione molto importante poiché l’iper pigmentazione delle cicatrici fresche può dare esiti permanenti, mentre per quanto riguarda le cicatrici stabili di vecchia data, la pigmentazione che si crea dopo l’abbronzatura svanisce insieme alla medesima. Per quanto riguarda le terapie possibili, bisogna sicuramente capire che tipo di cicatrice abbiamo innanzi, al fine di prestabilire una eventuale terapia che possa migliorare l’estetica della stessa.

Fra queste si annoverano sicuramente le micro infiltrazioni con steroidi a lento rilascio al fine di appiattire le cicatrici ipertrofiche, ed altri approcci laserterapia fine di eliminare le ipercromie.
Ovviamente da qui non posso aggiungere altro di utile invitandola quindi a programmare la visita dermatologica appena le sarà possibile.
Cari saluti
Dott.Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it