Utente 180XXX
Salve dottori, sono una donna di 32 anni in salute con pelle sensibile -allergica a acari della polvere e gatto (che non possiedo)- e ho da una decina di giorni un problema di orticaria sorto dopo aver magiato le fragole. E' probabile siano state loro a scatenarla in quanto non ho mangiato nè toccato altro di "nuovo", nè assunto farmaci. Si è manifestata sul tronco e sugli arti. In queste zone è andata a diminuire fino a sparire da sola o applicando sui punti ostinati Allergan pomata. E' rimasta invece sui palmi delle mani e si scatena solo tramite sfregamento e eccessiva pressione: sento prurito, un po' calore e la zona si arrossa a "ciocche" per poi tornare normale dopo pochi minuti e ricomparire dopo quanche ora. Sto evitando di prendere l'antistaminico perchè con mio marito stiamo "pianificando" una gravidanza.
Ho letto che l'orticaria è correlata anche allo stress e io purtroppo ne ho parecchio, due anni fa ho avuto un aborto tardivo (sono seguita da uno psicoterapeuta) poi un altro aborto lo scorso anno, sono da poco uscita dalla fase di elaborazione e accettazione del lutto, poi ho avuto un altro lutto in famiglia, poi stress sul lavoro. Avendo fatto degli esami per verificare il mio stato di salute in  seguito agli aborti che ho avuto, ho emocromo e altri valori nella norma recenti (non so se possano servire per inquadrare l'orticaria)
 Emocromo ok
Valori tiroide ok
pcr ok
ormonali ok
Ana 1:160 con successivo Ena screening tutto negativo
Mutazione mhtfr eterozigote
La mia domanda è se davvero lo stress abbia un ruolo importante nello manifestarsi dell'orticaria e quanto potrebbe durare, ho paura che diventi cronica! È il caso che prenda l'antistaminico? Di solito uso Zirtec

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissima due dati fondamentali:

1. L'orticaria può essere anche di tipo colinergico, ovvero mediata da stress psicosomatico

2. Qualsiasi tipo di orticaria può essere curata con successo

Credo si corretto rivolgersi al dermatologo venereologo per la valutazione, la diagnosi e la terapia del caso.

Mi faccia sapere
Molti cari saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it