Utente 449XXX
Buona sera dottori,

sono un ragazzo di 21 anni e da qualche sera- dal momento che non ho mai avuto manifestazioni di tale entità - manifesto dei tremori localizzati solamente al mignolo della mano destra, peraltro solamente di sera.
Il mignolo trema con movimenti piuttosto ampi e continui nel momento in cui la mano si ritrova in una situazione di tensione (per es. mano tesa e spalancata con braccio alzato verso l'alto o teso di fronte/mano posta "a cucchiaio" come durante i movimenti su trackpad del computer).
Questi "tremori":
(-) li sperimento solamente di sera, per tale intendendosi i momenti prima di andare a dormire o di coricarmi a letto (ho effettuato delle prove durante l'arco della giornata e non ci sono stati problemi);
(-) si presentano solamente quando la mano (o le dita in questo caso) si trovano in uno stato di tensione;
(-) sono localizzati solamente al dito mignolo della mano destra.

Non so se mi stia lasciando suggestionare dall'evento (visto che tendo ad essere una persona ansiosa), ma mi sembra di avvertire da due giorni a questa parte una sorta di "nervosismo" al braccio destro, come se avessi bisogno di muoverlo per scioglierlo da qualche tensione.

Cosa ne pensate, dottori? In famiglia non ci sono stati casi di patologie neurologiche.
Spero possiate tranquillizzarmi in qualche modo.

Grazie molte, saluti.

[#1] dopo  
Dr. Marco Naman Borgese

20% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2018
Salve, ho letto il suo post. Rispondo in quanto psicologo. Il fatto che il disturbo si presenti in uno spazio ben confinato potrebbe far ipotizzare ad un discorso di somatizzazione. Consideri che è possibile rintracciare casi simili di tremori in letteratura. Spero che sia riuscito a tranquillizzarla.

Un saluto.
Dr. Marco Naman Borgese
www.marconamanborgese.com
#FareLaDifferenza

[#2] dopo  
Utente 449XXX

Buona sera dott. Borgese,

la ringrazio per il suo intervento. In effetti, mi ritengo una persona abbastanza ansiosa. Domani avrò un'importante prova universitaria e quindi la presenza di questi tremori può effettivamente far supporre una somatizzazione.
Rimanevo solo perplesso dal momento che ho sempre avuto manifestazioni differenti negli scorsi episodi (orticaria, pruriti, disturbi gastro-intestinali...). Quindi secondo lei l'ansia e la sua conseguente somatizzazione può portare all'insorgenza di tremori evidenti?

Grazie.

[#3] dopo  
Dr. Marco Naman Borgese

20% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2018
Certamente, come vede l’ansia è molto brava a legarsi ogni volta alle nostre paure. Magari avrà avuto l’altro giorno un tremore dovuto ad una postura scorretta e da lì in poi l’ansia avrà trovato il sistema di presentarsi li, in quanto quella era divenuta la sua parte “target” rispetto le sue paure. Se dovesse ricapitare sappia che l’ansia è in grado di cambiare continuamente forma. Ma per fortuna non è in grado di farci “veramente” del male. Piuttosto pensi che queste manifestazioni siano non una malattia ma un sintomo di qualche aspetto che la preoccupa.

Saluti
Dr. Marco Naman Borgese
www.marconamanborgese.com
#FareLaDifferenza

[#4] dopo  
Utente 449XXX

Grazie per la sua risposta, dott. Borgese.

La ripetuta e costante somatizzazione di aspetti che ci preoccupano, ci tengono tesi, ci spaventano può alla lunga sfociare in malattie di natura "organica"?
L'unico timore che ho è che queste continue somatizzazioni possano trasformarsi, alla lunga, in disagi fisici importanti.