Utente 566XXX
Buongiorno a tutti. Scrivo per farvi rendere conto della situazione in cui mi trovo. Nel 2016 iniziai la mia prima cura con Finasteride da 1mg per l'alopecia androgenetica. Portata avanti per 18mesi smisi poco prima del mio trasferimento in Nord Italia (fine 2018). Notando un costante diradamento nella zona centrale e del vertice ho deciso di ricominciare e avendo trasferito la mia assistenza sanitaria in Lombardia (avendo la precedente in Abruzzo) mi sono rivolto al mio medico curante e mi sono ritrovato con un "NO" secco. Nemmeno avessi chiesto una dose di stupefacenti. Armato di pazienza comincio a contattare qualche centro tricologico, accettando anche di pagare le loro non certo economiche visite. Durante le prenotazioni al telefono però specifico chiaramente la mia situazione e la mia richiesta. Ma mi viene detto che non fanno assolutamente prescrizioni mediche ma usano solo prodotti bio. E la mia intenzione non è certo quella di mandare avanti un business di cui conosco bene l'inutilità per chi soffre di calvizie. Salgo di livello. Decido di contattare direttamente qualche studio medico privato nel Comasco. Allo stato attuale (in una settimana) ho contattato la bellezza di 7 dermatologi nel comasco e vengo continuamente rimbalzato verso il mio medico curante. Ma l'assurdità vera e tangibile è che durante le telefonate sembra di assistere ad un inchiesta delle iene. Come se per i dottori in questione fosse una responsabilità penale il fatto di prescrivermi tale farmaco. Nonostante avessi ribadito al telefono di averla già usata e di essere comunque disposto ad effettuare una visita a pagamento. La domanda sorge spontanea. Il mio precedente medico (ormai in pensione) era un criminale o sono sfortunato io con i medici? ? Perdonatemi la lunghezza del post. Nella vostra comprensione del mio sfogo spero che qualcuno possa aiutarmi.

[#1]  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)
FERRARA (FE)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Il farmaco è comunemente prescritto dai dermatologi per le note indicazioni.
Probabilmente quello che non va è il fatto di telefonare per chiedere direttamente il farmaco ,saltando tutta la fase della visita con esami clinici ,strumentali, ematochimici.
Di regola è il medico che propone la terapia più adatta , e nel caso di finasteride vanno selezionati bene i pazienti trattandosi appunto di un vero e proprio farmaco , con effetti vantaggiosi ma anche potenziali effetti collaterali nocivi.
Il mio consiglio è di richiedere la visita e ragionare direttamente in fase di definizione terapeutica (che potrebbe essere o non essere orientata a questo farmaco,naturalmente)
Cordiali saluti dott Giampiero Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Brescia,Porto Tolle(RO)

[#2] dopo  
Utente 566XXX

Ed è quello che ho fatto io. Chiedere una visita prima. Non passare direttamente a chiedere una prescrizione medica trattando il dottore come fosse un venditore ambulante. Nel momento in cui ho detto che negli anni precedenti avevo usato Finasteride mi hanno risposto (spaventati) di tornare dal mio medico. Dottor Griselli si mette un attimo nei miei panni. Non posso girare tutti i medici della provincia e sperare nel terno al lotto. Sinceramente trovo ridicolo dover supplicare una prescrizione medica. L'unica terapia alternativa valida alla Finasteride è il minoxidil. Usato ad inizio anno, mi ha causato dermatite e desquamazione da film horror. Negli ultimi
8 mesi ho adottato alcuni accorgimenti al fine di ridurre al minimo la perdita. integratori di L-cisteina - Biotina - Serenoa Repens. Ho comprato cuscini in seta e ho fatto arrivare dagli USA shampoo senza siliconi, senza solfati e senza parabeni. Andando ad eliminare tutti i precedenti shampoo e balsami.

[#3]  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)
FERRARA (FE)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2002
Immagino che abbia selezionato dermatologi che si occupano di tricologia ,magari appartenenti a società tricologiche, che quindi maneggiano comunemente il farmaco.Quindi un rifiuto deve essere motivato su basi reali che non posso comprendere con questi dati.
Non saprei proprio come commentare, purtroppo.
Cordiali saluti
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Brescia,Porto Tolle(RO)