Utente 837XXX
Buongiorno,vi scrivo in merito a un livido comparso,secondo me senza causa apparente all'interno dell'avambraccio destro(nella parte che poggia al fianco).
Premetto che a fine gennaio mi sono sottoposta a intervento di artroscopia(ho 26 anni),il braccio destro ha subito due prelievi,flebo nella mano per tre giorni e iniezione di antidolorifico.A casa ho seguito terapia anticoagulante per 15 giorni.
Vi premetto cio' perche' del livido mi sono accorta poco dopo il ritorno dall'ospedale.
Non provoca dolore,è di colore marrone(diciamo come i lividi che sono in fase di riassorbimento),e mi da l'idea di comparire alcuni giorni si e altri no.
Premettendo cio',è possibile un collegamento di questo "livido" e le terapie e esami eseguiti,per altro nella norma,in sede di operazione,anche se è passato poco piu' di un mese?

Mi devo comunque recare fra quasi due mesi al controllo dermatologico soffrendo di dermatite,peraltro peggiorata durante il periodo dell'operazione.Mi domando se è necessario anticipare la visita.
Distinti Saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente,

SEbbene sia impossibile collegare le cose, è verosimile pensare che prelievi endovenosi in sede possano avere esitato con la lesione che ci descrive: se questa situazione permane ancora immutata per qualche tempo o si espande o si associa ad altre situazioni cutanee simili, utile anticipare la visita dermatologica.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it