Utente cancellato
Egregio Dottore,
negli ultimi due mesi, per circa 6 volte in tutto, mi è comparso uno strano livido, di cui non so dare spiegazione. La prima volta nella coscia sinistra. Altre 4 volte nel bicipite destro. L'ultima nel tricipite sinistro.
Preciso che ad ogni episodio compare un solo livido e che esso ha una strana forma (ad anello, del diametro di un centimetro, rossastro ai bordi e vuoto al centro).
Non sono mai riuscito a farlo vedere al mio medico, perchè il livido scompare nell'arco delle 24/48 ore.
Lo stesso mi ha consigliato di fare un'esame dell'emocromo completo e il test della coagulazione. Ho eseguito tali esami. Questi i risultati:

ESAME EMOCROMOCITOMETRICO
Globuli rossi 5.610.000 mmc (4000000 - 6000000)
Globuli bianchi 6.280 mmc (4000 - 10000)
Piastrine 218.000 mmc (140000 - 400000)
Emoglobina 17,00 g % (12 - 17)
Valore Ematocrito 48,00 % (35 - 50)
MCH 30,30 pg (27 - 33)
MCV 85,60 micronc (78 - 100)
MCHC 35,40 % (31 - 37)
NEUTROFILI 59,3 % (37 - 70)
EOSINOFILI 0,8 % (0 - 6)
BASOFILI 0,6 % (0 - 1)
LINFOCITI 32,8 % (16 - 50)
MONOCITI 6,5 % (0 - 10)

TEMPO DI PROTROMBINA (PT)
Tempo in secondi 17,00 sec.
Attivita' protrombinica 70 % # (80 - 100)
T. TROMBOPLASTINA PARZIALE(PTT) 32,0 sec. (24 - 35)
FIBRINOGENO
nefelometrico 285 mg% (100 - 400)
ANTITROMBINA III
nefelometrico 46,30 % (20 - 150)
INTERNATIONAL NORMALIZED RATIO 1,22 (2 - 3,7)

Noterà che l'emocromo è nella norma, mentre alcuni valori del test della coagulazione no. Il mio medico dice che i valori sono trascurabili, anche perchè i medesimi accertamenti, tre mesi fa erano perfettamente nella norma.
Vengo adesso alla mia domanda.
Ho letto che lividi inspiegabili possono essere la sentinella di diverse malattie, tra cui la leucemia. La presenza di valori dell'emocromo normali escluderebbe tale patologia. Il mio dubbio però è il seguente: TRE GIORNI e mezzo prima del prelievo ho assunto una dose di 10 mg di CIALIS. Inoltre, assumo quotidianamente omeoprazolo per la cura dell'esofagite da reflusso. La mia domanda è:
QUESTI MEDICINALI, in particolare il CIALIS, possono alterare i risultati degli esami, cioè rendere i valori normali e quindi mascherare eventuali malattie?
Mi consiglia altri esami per indagare sulla presenza di questi lividi? Grazie

[#1]  
20563

Cancellato nel 2010
Il Cialis non maschera la leucemia, normalizzando l'emocromo (magari!). I lividi inspiegati (= in assenza di traumi) cioe' spontanei possono indicare leucemia nel senso che poi uno fa l'emcromo, trova 100.000 bianchi e 5.000 piastrine, a quel punto i lividi si spiegano benissimo.

Nel suo caso l'emocromo e' normale e non c'e' nessuna leucemia, non sono le piastrine basse a spiegare i suoi lividi. La coagulazione allora? essa mostra un allungamento della protrombina e una carenza di ATIII, che se non e' congenita, allora potrebbe essere da consumo, ma siccome prende omeprazolo, l'ulceretta gastrica sembra improbabile. Io ripeterei l'esame.

resta l'ipotesi meccanica da piccoli urti associati a cosiddetta "fragilita' capillare", un vasellino che si rompe e uno stravaso che diffonde (aspetto a coccarda).


[#2] dopo  
130052

dal 2009
La ringrazio per la risposta. Il dubbio sulla leucemia mi è sorto, perchè nel bugiardino del CIALIS è scritto testualmente: "dovete prendere precauzioni e dire al vostro medico o farmacista se avete disturbi ai globuli del sangue (come anemia mediterranea, anemia, leucemia)".
Questo mi ha fatto pensare che il CIALIS possa in qualche modo agire sui globuli del sangue, facendo apparire normale l'emocromo e quindi falsando l'esame del laboratorio. Lei mi conferma dunque di stare tranquillo?

[#3] dopo  
130052

dal 2009
Mi perdoni, un'altra cosa che avevo omesso di dirle è che un paio di sere prima del prelievo, durante l'addio al celibato di un mio amico, mi è capitato di fumare una canna, cosa che non faccio quasi mai. Mi chiedo se anche questa circostanza diventi irrilevante ai fini della attendibilità degli esami. Grazie e mi scusi per l'insistenza.

[#4]  
20563

Cancellato nel 2010
recupero online il bugiardino del Cialis e vi leggo che

"... CIALIS deve essere impiegato con cautela nei pazienti con deformazioni anatomiche del pene ... o nei pazienti che presentano patologie che possono predisporre al priapismo (es. anemia falciforme, mieloma multiplo o leucemia)".

Il cialis di per se' non fa niente ai globuli rossi o bianchi. Esso fa riempire i corpi cavernosi, dopodiche' se uno ha una patologia del sangue che rende il suo sangue viscoso, cioe' non scorrevole, il suo sangue fa fatica a defluire e la circolazione nel pene si blocca, portando al danneggiamento permanente del tessuto erettile.

Quindi prima uno deve avere la sindrome da iperviscosita' poi il Cialis gli crea una situazione in cui tale viscosita' diventa pericolosa.

Nulla fa il Cialis sulle analisi e nulla fa neanche lo spinello.