Utente 132XXX
Buonasera,

sono una ragazza di 27 anni. Dal 31/08 ho scoperto di avere un linfonodo ingrossato dietro l'orecchio sinistro. Ho effettuato l'eco con il seguente referto: Non si rilevano linfoadenomegalie sospette a carico delle regioni inguinali, ascellari, sovracleaveari e laterocervicali; in sede retroauricolare sinistra si evidenziano due linfonodi subcentimetrici, ipoecogeni, ovalari, di tipo reattivo. Ho anche effettuato le analisi del sangue, delle urine e i test virologici con risultati nella norma. Sono andata da un ematologo il quale mi ha prescritto una terapia antibiotica e antinfiammatoria di 10 giorni. Ho ultimato la terapia, ma non ho notato nessun miglioramento, il linfonodo è sempre uguale alla palpazione. L'ematologo mi ha detto di lasciarlo stare lì e di controllarlo periodicamente. Inoltre ho continui dolori nella zona, come se avessi spilli conficcati nella parte interessata. Cosa posso fare? E' necessario fare ulteriori analisi? Oppure posso stare tranquilla? Mi scusi, ma sono molto in ansia.

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Le dico subito di stare tranquilla; linfonodi di tipo reattivo possono presentarsi in svariate zone e rappresentano una normale reazione immunologica dell'organismo a svariati stimoli. Non devono preoccupare; hanno soltanto dei tempi lunghi per ritornare alla norma, stia tranquilla
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 132XXX

Buonasera dottore,

innanzitutto la ringrazio della risposta.
Oggi ho fatto un'altra ecografia così come prescritto dal medico e l'esito è il seguente: si conferma la presenza della formazione linfoghiandolare retroacuricolaresx che appare modicamente aumentata di volume (12,5 mm). Altri piccoli linfonodi subcentimetrici si rilevano in sede laterocervicale sx.
Sono un po' preoccupata, cosa mi consiglia? Posso stare tranquilla o dovrei approfondire?
Grazie ancora per la disponibilità, saluti.

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Linfonodi reattivi possono comparire ma è proprio la dizione "reattivi" a non dovere preoccupare perchè è una reazione del sistema immunitario a vari stimoli. Vedrà che , con il tempo, si ridurranno di volume
Un saluto

A. Baraldi