Utente 796XXX
Gentili dottori. Dopo aver accusato febbre (tra i 37 e i 38,5) e un forte mal di gola mio marito ha eseguito il 30/10/2009 su consiglio del medico le analisi del sangue. In particolare i valori piu' sballati sono:

- Aspartato Aminotranferasi 139 U/L (riferimento 8 - 41)
- Alanina Aminotrasnferasi 256 U/L (riferimento 8 - 41)
- Proteina C Reattiva 2.03 mg/dL (riferimento 0.50)

Lievemente fuori dagli intervalli di riferimento:

-Globuli rossi: 4.46 (unità: 10^6/uL) - riferimento: 4.50 - 6.00
-Emoglobina: 13.0 g/dL - riferimento 14.0 - 18.0
-Ematocrito: 38.7 % riferimento: 41-53
-Neutrofili: 35% riferimento: 40 - 75
-Linfociti: 46% riferimento: 16-46
-Velocità di eritrosedimentazione: 17 mm/h riferimento: 0-15

Qualche giorno prima aveva iniziato la terapia di antibiotici (Tavanic 500)

Premetto che verso metà settembre mio marito ha eseguito una cura per bronchite, curata con successo con il Cedax a cui e' poi seguito un altro ciclo di antibiotici (Amoxicillina) sempre per raffreddore e mal di gola.
Da qualche mese stiamo inoltre indagando per un problema di aritmie, probabilmente dovuto allo stress e all'ansia per il lavoro. L'ECG è risultato nei "limiti di norma", ma il medico di base ha individuato delle extrasistole e ha prescritto un ecocardio color dopler (negativa) e un ECG dinamico (holter) di cui avremo l'esito tra dieci giorni.

A cosa puo' essere dovuto il problema delle transaminasi? Durante l'influenza ha accusato anche un po' di nausea e inappetenza. Ora la febbre è passata, resta ancora un po' di tosse.

Cordialmente,

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Qull'aumento di transaminasi potrebbe essere dovuto all'utilizzo dell'antibiotico. Le consiglio di ripetere l'esame quando non sarà sotto teapia
Un saluto

A. Baraldi