Utente 162XXX
Buongiorno sono un ragazzo che da poco ha compiuto 21 anni.Circa un anno e mezzo fa ho scelto di provare a donare il sangue sotto proposta di un amico e nelle prime due donazioni tutto andò bene con valori corretti. Nell'Ottobre dello scorso anno però mi è stata rilevata una componente monoclonale di lieve entità di 1,53 g/l.Non mi sono preoccupato più di tanto e a dire al vero non mi sono nemmeno informato su cosa fosse.A Dicembre dopo una donazione di plasma mi trovarono tale valore a 1,90 g/l ed è stato così che ad Aprile alla mia successiva donazione, mi è stato detto che non era più possibile donare e che per sicurezza dovevo ricercare la bence jones nelle urine oltre a fare un prelievo dove risultò una componenete di 1,82.L'esame è stato fortunatamente negativo nonostante abbia avuto una paura enorme nel leggere in rete le eventuali patologie collegate alla proteina e per due mesi mi sono tranquillizzato. Tre giorni fà mi sono sotttoposto ad un prelievo di controllo e la componente maledetta è di 1,93 con anche la proteina gamma sballata anche se non di molto a 18,80%. Il mio medico dice che essendo la componente di lieve entità non vale la pena preoccuparsi ma ho voluto comunque farmi prescrivere una visita ematologica. Sono molto preoccupato e in questi giorni sto cercando di documentarmi in rete. Ho appreso che la grande quantità di MGUS resta invariata per tutta la vita ma la cosa che più mi spaventa è leggere che statisticamente la percentuale di evoluzione in mieloma aumenta preogressivamente dal momento della comparsa della componente. Chiedo conferma e data la mia età il fatto per me sarebbe duro da digerire anche perchè non trovo consulti di persone giovani come me con questo problema, si tratta di utenti con minimo trent'anni di età. Devo passare la mia vita sapendo di potere sviluppare con alta probabilità un mieloma?Ringrazio e mi scuso per essermi divulgato troppo nell'attesa di una risposta.Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
E' necessaria una visita ematologica, senza però drammatizzare. Esistono, come lei stesso ha letto, componento benigne, ma va fatta una valutazione completa ematologica e sarebbe opportuno fare , se non già fatta, un esame di immunodiffusione. Ci faccia sapere
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 162XXX

La ringrazio per la rapidità di risposta.Comunicherò l'esito della visita non appena sostenuta.Ma vorrei chiedere se è vero che la componente monoclonale può essere presente anche per un eventuale allergia di cui non ero a conoscenza visto che credo di non averne mai avute.Solo ho spesso il raffreddore e starnutisco frequentemente.Ringrazio ancora e Saluto cordialmente.

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Eventuali componenti monoclonali possono presentarsi anche in situazioni di malattie croniche , autoimmuni , infezioni, infiammazioni ed altre, ecco perchè necessita una valutazione approfondita
Un saluto

A. Baraldi