Utente 971XXX
Buongiorno dottore mio cognato di 32 anni ha fatto le analisi del sangue e alcuni valori sono risultati molto alti e i medici hanno parlato di talassemia mediterranea e hanno richiesto il ricovere per fare maggiori accertamenti tra cui il prelievo del midollo osseo; volevo sapere, visto che anche mia suocera è microcitemica, nel momento in cui io e l'altro figlio che non ha questa malattia avremo un bambino, c'è il rischio che il bambino posso nascere con questa malattia?inoltre volevo avere maggiori risposte sul perchè a mio cognato è stato prescritto un esame cosi invasivo...grazie

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Sì ma ci deve fornire dei risultati delle analisi e poi si è parlato di microcitemia o di vera e propria talassemia maior. Il rischio che un bambino possa nascere con questa forma dipende se i genitori uno o tutti e due sono affetti da microcitemia , per cui bisogna fare gli esami specifice che sono la ricerca delle frazioni emoglobiniche
Un saluto

A. Baraldi