Utente 200XXX
Buongiorno, da anni le mie analisi del sangue riportano bassi valori di emoglobina, ematocrito, MCV ed MCH. In particolare le ultime analisi appena ritirate mostrano i seguenti valori:

emoglobina 9,7 gr/dl
ematocrito 30,0%
MCV 64,9 microncubi
MCH 21,0 picogrammi
V.E.S. 35 mm
Transferrina 394 mg<7dl
Ferritina 5,6 ng/l
Vitamina B 12 120 pg/ml

Preciso di godere di buona salute. Eseguo le analisi del sangue una volta l'anno per controllo.
Seguo una dieta quasi totalmente vegetariana ma ricca di legumi: ceci, cicerchia, fagioli, tofu. Mangio anche formaggio magro, molto yogurt molte verdure cotte e frutta (mele, kiwi, pere, non agrumi per problemi di gastrite).

Cammino dai 35 ai 40 km alla settimana. Non fumo non bevo alcolici né bibite con caffeina.

Mi sono ho recentemente operato di cistifellea e emorroidi.

Le mie domande sono: devo cambiare la mia dieta? In particolare devo aumentare il contenuto proteico dei miei pasti? Quali sono le ragioni di questi valori al di sotto o al di sopra dei valori normali? Ringrazio per una rapida risposta.

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Visto il valore di MCV le chiedo se è un soggetto microcitemico ?
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 200XXX

Gentile Dr. Baraldi, se non sbaglio la microcitemia è la cosiddetta anemia mediterranea. Devo dire che è non mi è stata mai diagnosticata. Poiché non ho altri sintomi oltre a quelli denunciati dall'analisi del sangue non so risponderle. Quali altri controlli dovrei eseguire per confermare la sua ipotesi? E in caso fosse confermata cosa dovrei fare, quali cure seguire o potrei semplicemente ignorarla come ho fatto fino ad oggi?

La ringrazio per la sua risposta e le chiedo gentilmente un ulteriore consiglio.

Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Deve fare la ricerca delle varie frazioni emoglobiniche che , nella microcitemia, presentano aumento della frazione A2; però dovrebbe avere uno dei suoi genitori microcitemico perchè la trasmissione è diretta. Se sarà confermata la diagnosi , viene spiegato il basso valore globulare ed emoglobinico; non esistono terapie , in quanto forma a trasmissione genetica, di norma non da particolari problemi, salvo un poco di anemia e stanchezza.
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 200XXX

Gentile dottor Baraldi, la ringrazio per la rapida risposta. Ne parlerò con il mio medico di famiglia. Non so se è uno dei miei genitori sia stato microcitemico. Essendo una malattia genetica, in caso ne fossi affetto potrei averla trasmessa ai miei figli? Anche di questo parlerò con il mio medico di famiglia. La ringrazio ancora per il suo cortese interessamento e le invio cordiali saluti