Utente 219XXX
alla sorella del mio fidanzato che ha 17 anni è tornata per la 3 volta la leucemia. ha iniziato i cicli di chemioterapia però dopo soli due giorni è andata in arresto cardiaco fortunatamente essendo già in ospedale si può dire che ora stia "bene" però ci chiedevamo se i medici a questo punto continueranno la cura o le daranno qualcosa di solamente palliativo. Lei potrà decidere se interrompere la cura? Chiedo se potrà decidere cosa fare perchè visto che è la terza volta lei non voleva neppure iniziarla la cura l' ho vista proprio depressa hanno dovuto obbligarla a fare la terapia e dunque con ciò che è successo ora penso che rifiuterebbe qualsiasi cosa. So che è una domanda particolare perchè poi a decidere sarà il medico (credo) ma se c' è qualche medico in grado di darci qualche risposta ne saremmo grati

[#1]  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Non c'é nessun obbligo al trattamento (tanto bene dopo l'informazione al paziente su rischi e benefici, questi deve dare il suo consenso con firma).
Noi consigliamo il meglio al paziente, ma è legli che decide sul suo divenire (se in grado di intendere e di volere).
Saluti
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!