Utente 158XXX
Mia moglie (39 anni) gia' da diversi anni soffre periodicamente di anemia da carenza di ferro dovuta probabilmente al ciclo abbondante. E' da 2 anni che non ha fatto analisi e cure con integratori di ferro. Quest'anno dopo uno svenimento (e' la prima volta che le capitava) ha fatto vari accertamenti tra cui anche la visita da ematologo che ha riscontrato un'anemia microcitica moderata/severa associata a carenza marziale.
I primi valori erano:
Emoglobina: 8,4*
Ematocrito: 28,8*
MCV: 66,7*
MCH: 19,4*
MCHC: 29,2*
RDW CV: 17,8*
RDW SD: 43,3
S-FERRITINA: 2*
per 30gg ha fatto cura con 2 compresse di Niferex + 1 Acido Folico + Vitamina B12
Ha ripetuto gli esami e i valori sono tornati pressoche' normali anche se il ferro e' elevato:
Emoglobina: 12,00
Ematocrito: 38,6
MCV: 79,9*
MCH: 24,8*
MCHC: 31,1*
S-FERRO: 190*
S-TRANSFERRINA: 2,35
PERCENTUALE DI SATURAZIONE DELLA TRANSFERRINA: 57*
Visto che il ferro e' sopra i livelli ha interrotto l'assunzione di Niferex ... per anni il medico di base ha sottovalutato questa cosa ed e' per questo che le chiedo gentilmente se la cura secondo lei e' da continuare per un po' o da sospendere.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
le decisioni terapeutiche sono in capo al curante e prescrittore della terapia.

Certamente si può dire che la terapia ha avuto il suo giovamento e che,
con ogni probabilità, effettuando i necessari controlli periodici,
andrà ripetuta.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it