Utente 238XXX
Mia figlia di 26 anni, sempre sana ad eccezione di una mononucleosi che tempo fa le aveva lasciato come conseguenza un eritema nodoso importante alle gambe, dal ginocchio in giù, ha effettuato i seguenti esami del sangue per controllo periodico con questi risultati:

bilirubina tot. 1.50, diretta 0.23, indiretta 1.27; triglic. 76; colest. tot. 194 hdl 60; glucosio 75; creatinina 0.53; AST 16; ALT 14; magnesio 2.00; ferro 124.
Emocromo: bianchi 7.00; rossi 4.32; emoglob. 14.0; ematocr.41.2; MCV 95.4; MCH 32.3; MCHC 33.8; piastrine 285.0;
Formula: Neutrof. 63.2; Linfoc. 28.3; Monoc. 7.0; Eosinof. 0.9; Basof. 0.6;
Neutrof. 4.42; Linfoc. 1.98; Monoc. 0.49; Eosinof. 0.06; Basof. 0.04
FT3 3.0; FT4 9.3; TSH 2.67
ferritina 27.9; HCV anticorpi: non reattivo;
urine: urobilinogeno non dosabile; eritrociti 1; (resto tutto nella norma)

Praticamente fuori norma: Bilirubina tot e indiretta e MCV e MCH

Chiedo cortesemente significato ed eventuali ulteriori esami.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Volume cellulare medio (MCV, v.n. tra 80 e 100 fl)
e contenuto cellulare medio di emoglobina (MCH, v.n. tra 26 e 32 picogrammi)
sono indici utilizzati nella classificazione delle anemie.

Per quanto detto non mi sembra che i valori che lei rappresenta debbano destare motivi di particolare allarme.

Per l'aumento della bilirubina, essenzialmente indiretta, si può ipotizzare la sindrome di Gilbert (vista la normalità dei valori della "bilirubina diretta").
Il tutto senza che sia clinicamente identificabile una sofferenza epatica (i valori delle transaminasi sono normali).

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 238XXX

Ringrazio il Medico Gastroenterologo per quanto riguarda la risposta relativa alla bilirubina e gli chiedo se va fatta eventualmente un'eco del fegato o altri esami per escludere definitivamente patologie di tale organo, dopo l'ipotesi della sindrome di Gilbert.

Per quanto riguarda MCV e MCH, chiedo, eventualmente all'Ematologo, quali sono gli approfondimenti per evidenziare l'ipotizzata anemia.

Ringrazio nuovamente in attesa di cortese riscontro

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Per il Gilbert non deve far nulla se non un eventuale consulto gastroenterologico diretto.

Per l'anemia,
le dico che non ve n'è traccia (>>emoglob. 14.0; ematocr.41.2<<),
... le avevo solo spiegato a cosa si riferiscono quegli indici!

Sicuramente, se ci sarà da aggiungere altro di dirimente,
non mancherà l'ottimo apporto di un collega ematologo.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 238XXX

Molte grazie per la cortese rapida risposta

[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Ci mancherebbe,

auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it