Utente 201XXX
salve, sono una ragazza di 24 anni, non fumatrice, pratico attività fisica ogni giorno, e rientro nel peso ideale. già da tempo si di avere il fattore g20210a in f II mutato in eterozigosi, perciò mi è sempre stato sconsigliato l'uso di contraccetivi orali...ora però sono più di 4 mesi che il ciclo mi da problemi mi dura anche10 giorni con perdite merroni e poi al decimo giorno si avvia in modo forte,dandomi forti dolori da svegliarmi la notte. ho fatto le analisi e risulta tutto nelle norma compreso pap test e tamponi. siccome la ginecologa ha ritenuto giusto darmi una cura ormonale per 6 mesi, ho chiesto se potevo provare a prendere una pillola, e lei ha detto che sarebbe meglio evitare, ma se voglio provare ci sarebbe cerazette...così ora è circa una settimana che la prendo...la ginecologa ovviamente si è raccomandata di prenderla solo per questi 6 mesi giusto per sistemare il ciclo e i forti dolori, e con dovute analisi di controllo,la mia domanda è in sei mesi potrei rischiare molto con questo fattore mutato?non ho mai avuto casi in famiglia di trombofilie,e le mia omocisteina e proteina s e c attivata hanno valori perfetti...il mio unico preoblema è che assumo questa pillola però con un pò di paura, pur sapendo che è più leggera delle altre,so che la scelta di provare è stata mia però non avrei pensato influisse molto sulla psicologia....potreste darmi chiarimenti?rischio molto?potrei accorgermi se stò andando in contro a trombosi venosa oppure non da sintomi particolari?vi ringrazio in anticipo per le gentili risposte un saluto.

[#1] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Rispondo in MAIUSCOLO alle sue domande che riporto:

potreste darmi chiarimenti?rischio molto?
AGGIUNGE FATTORE DI RISCHIO PRENDENDO LA PILLOLA; FACENDO RAPPORTO RISCJIO BENEFICIO E PROBABILE CHE NON SVILUPPI ALCUNA TROMBOSI; LA SUA è UNA FORMA IN ETEROZIGOSI E NON HA ALTRI FATTORI DI RISCHIO (FUMO, SEDENTARIETà, DISLIPIDEMIA).
SE HA BENEFICIO DAL TRATTAMENTO PUò CONTINUARE.

potrei accorgermi se stò andando in contro a trombosi venosa oppure non da sintomi particolari?
I SINTOMI DIPENDONO DALLA LOCALIZZAZIONE DELLA TROMBOSI, CHE IL PIù DELLE VOLTE E' AGLI ARTI INFERIORI. QUINDI ATTENZIONE A GONFIORE DI UNA GAMBA, DOLORE E/O ARROSSAMENTI CUTANEI.

Saluti
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!