Utente 335XXX
Buongiorno, alla visione dei seguenti dati anomali il mio medico curante ha affermato con certezza che io sia potatrice sana di anemia mediterranea.
Riporto i dati:
EMOGLOBINA 11,3
EMATOCRITO 35
MCV 76,2
MCH 24,6
RDW 16,8
MONOCITI RELATIVI 11
NOTE EMOCROMO: ANEMIA
Ho quindi chiesto se fosse necessario effettuare ulteriori analisi per intraprendere cure ad hoc, ma mi ha ribadito che sono portatrice sana di anemia mediterranea al 100% e inoltre non devo assolutamente prendere ferro in quanto dannoso per me.
Ho comunque preferito farmi prescrivere delle analisi specifiche di rilevazione della patologia. Riporto di seguito i valori anomali delle anlisi effettuate:
HB 11,6
MCV 76,7
MCH 24,1
MCHC 31,40
L'ematologo, dopo aver preso visione delle analisi, mi ha indicato quanto segue nel referto:
ELETTROFORESI HB NELLA NORMA (A1 96,8, A2 2,7, fetale 0,5)
EMOCROMO: HB 11, 6 VCM: 76,7 ERITROCITI: 4,81. RESTO NELLA NORMA
Mi ha indicato che non risulto portatrice sana di anemia mediterranea in quanto il valore di riferimento è normale. Tuttavia aggiungeva che anche se lo fossi non dovrei far nulla (affermazione che mi ha portato a pensare non avesse la certezza).
Mi ha comunque indicato di ripetere la determiazione ferritina e sidermia per valutare terapia marziale sostitutiva.
Vi chiedo cortesemente indicazioni in merito, in quanto vorrei capire se sono portatrice sana o meno e se la mia stanchezza perenne si possa ricollegare a questi valori anomali.
Vi ringrazio molto, scusatemi se il testo è lungo, ma ho voluto fornire tutti i dati rilevanti.
Grazie.


[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Concordo pienamnete con il suo ematologo; è soltanto l'esame delle varie frazioni emoglobiniche che può far fare diagnosi di microcitemia ( anemia mediterranea ) con un aumento, non è il suo caso, della quota A2.

Lei risulta soltanto avere microcitosi lieve , cioè globuli rossi un po' più piccoli.

Tra l'altro l'anemia mediterranea ha una trasmissione genetica diretta da genitori a figli , cioè uno od entrambi i genitori devono essere a loro volta affetti da anemia mediterranea
Un saluto

A. Baraldi