Utente 117XXX
Salve,
volevo un consiglio riguardo ad un inversione leucocitaria che ora sembra scomparsa ma restano i Neutrofili bassi.

10/07/2012:
Neutrofili 36,7 % (valori normali da 50.0 a 75.0) *
Linfociti 50.7 % (valori normali da 25.0 a 50.0) *

21/12/2012:
Neutrofili 37,6 % (valori normali da 50.0 a 75.0) *
Linfociti 50.6 % (valori normali da 25.0 a 50.0) *

14/05/2014:
Neutrofili 41,1 % (valori normali da 50.0 a 75.0) *
Linfociti 45.0 % (valori normali da 25.0 a 50.0)

17/02/2015:
Neutrofili 38,0 % (valori normali da 50.0 a 75.0) *
Linfociti 49.6 % (valori normali da 25.0 a 50.0)

Il mio medico ha visto i precenti esami e non mi ha segnalato nulla di particolare, mentre gli ultimi esami del 2015 li dovrò portare a breve.

Premetto che ho fatto più di un anno fà una mononucleosi e che ultimamente ho avuto una problematica legata al reflusso da Agosto 2014 sino circa a Febbraio 2015 ora i reflusso di acido sono terminati ma restano alcuni problemi alla gola per cui sto facendo accertamenti.

Non capisco se posso avere i linfonodi del collo infiammati, presto farò una laringoscopia per esaminare il tutto meglio ma gli esmai del sangue? Quei Neutrofili bassi mi devono preoccupare?

Dovrei chiedere al mio medico ulteriori approfondimenti?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Roberto Musso

24% attività
0% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
Buongiorno,
occorrono notizie specifiche, quali:
conta dei globuli bianchi o leucociti, intanto, per comprendere se
trattasi di linfocitosi relativa o assoluta con o senza positività attuale di indicatori di flogosi (PCR quatitativa,VES, beta2-microglobulina,LDH,Protidogramma,etc).
E poi notizie cliniche:
presenza o no di linfonodi superficiali palpabili al collo, sopraclaveari e sottoclaveari, ascellari, inguinali; milza palpabile all'arco costale sn o ingrandita, e se così sue caratteristiche semeiologiche(consistenza, dolenzia o no, etc).
Mi creda la buona pratica clinica non è solo aritmetica o geometria, ma visita medica del singolo individuo, storia personale passata e recente, esami praticati e da integrare e fatta la diagnosi, stabilire la terapia mirata.
Dr. ROBERTO MUSSO

[#2] dopo  
Utente 117XXX

Buona sera Dott. Roberto,
WOW penso che la sua risposta sia ottima, non so', è quello che sento!

Credo di avere dei linfonodi del collo infiammati. Il medico di base mi ha toccato e mi ha fatto male ma lo sento anche io.
Ho avuto disagi alla gola, naso e non so' se questo è portato dal reflusso che ho avuto in questi mesi e che forse non è del tutto andato via da Agosto 2014 oppure se i disturbi sono legati all'infiammazione dei linfonodi del collo.

17-2-2015

Leucociti 5.14
Eritrociti 5.1
Emoglobina 15.9
Ematocrito 45.1 %
MCV 88
MHC 31
MCHC 35
RDW 13
Piastrine 155
Sg-MPV 10.8

Neutrofili 38,0 % (valori normali da 50.0 a 75.0) *
Linfociti 49.6 % (valori normali da 25.0 a 50.0)
Monocisti 9.1
Eosinofili 3.1
Basofili 0.2
Neutrofili (valore assoluto) 1.95 migliaia/ul

S-IgG 9.8
S-IgA 2.73
S-IgM 2.5
S- proteina C reattiva < 0.6 mg/l

TSH 1.83

Vitamina B12 200 pg/ml
S-FOLATI 4.8 ng/mL

S-anti Transglutaminasi IgA 0.3 U7ml

Questi sono i dati che ho dall'esame del sangue di Febbraio 2015

Il gastroenterologo mi ha scritto:
sospetta MRGE addome trattabile, corda colica sx palpabile, modestamente dolente, il resto nella norma O.I nei limiti. Conclusioni: con sintomatologia tipica/atipica Ematochezia sulla carta.

Sono d'accordo con quanto dice nel suo gentile messaggio. Sono stato in visita da Otorinolaringoiatra, Gastroenterologo e mi chiedo se dovrei fare anche un ulteriore visita da un Ematologo. Ho speso un bel po' di soldi in ticket e cure. Siccome dal medico della mutua ho solo capito che nei miei esami del sangue non compare nulla di strano se non una lieve carenza di vitamine.. si insomma volevo capire se è realmente così o se dovrei farmi vedere da un medico specifico. I disturbi sono stati di reflusso credo causato da stress in Agosto che è perdurato per diversi mesi ora il problema è la gola, i linfonodi che mi fanno male.. sto prendendo dello sciroppo di propoli al mattino, mezzo cucchiaio. Ho in passato contratto la mononucleosi e non so se anche questo potrebbe incidere. Questo già diversi anni fà circa credo 2 o 3.

Ringrazio di nuovo per la gentile risposta.

[#3] dopo  
Dr. Roberto Musso

24% attività
0% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
Buonasera,
Le confermo di eseguire i seguenti esami quali indicatori di flogosi:
VES, beta2-microglobulina,LDH,Protidogramma elettroforetico, anticytomegalovirus IgG e IgM, anti-toxoplasma IgG e IgM, ferritinemia, anticorpi anti-nucleo, complemetemia C3 e C4, ricerca per Helicobacter pylori nelle feci.
Avendo speso, a suo dire, un bel po' di soldi per ticket e cure mi dia notizie anche su altri dati di laboratorio,sulle terapie indicate dai vari specialisti e le diagnosi formulate per iscritto.
Nella mia pratica quotidiana indico da sempre la diagnosi da me fatta per iscritto, come pure le indagini da eseguire, e la terapia da praticare e sempre con relazione scritta indirizzata al medico di famiglia o al pediatra.
Cordiali saluti.
Prof. Dott. Roberto Musso, Ematologo e Special. in Medicina Interna
Dr. ROBERTO MUSSO

[#4] dopo  
Utente 117XXX

Grazie mille Dott. Roberto!
Appena avrò gli aggiornamenti li scriverò qui.

Helicobacter pylori nelle feci è un esame che ho fatto sempre a Febbraio 2015 ed è risultato negativo.

Il resto devo farmelo scrivere dal medico e fare questi altri esami che mi mancano.