Utente 822XXX
Nel febbraio 2008 riscontro occasionalmente per dolore dei muscoli della regione laterocervicale una linfoadenopatia in stessa sede dx.Linfonodo tenso elastico, apprezzabile alla palpazione di piccole dimensioni. Poichè reduce da una leggera parestesia all'emifaccia destra probabilmente dovuta a colpo di freddo(diagnosi del neurologo dopo risultati delRMN ed ematologigi compreso negatività ad indici flogosi e anti-DNA anti-mitoconrio anti-nucleolo)e poichè soggetta anche, a sudorazioni notturne mi reco al PS di otorinolaringoiatria.
Qui vengo visitata,con diagnosi di adenoidite,ingrossamento della tonsilla destra,linfoadenopatia tutto a significato infiammatorio;trattamento con FANS per una settimana. In seguito sotto consiglio del medico curante effettuo anche una ecografia al collo con seguente risultato:
IN RIFERIMENTO AL QUESITO CLINICO NON ADENOPATIE DI SIGNIFICATO PATOLOGICO A SEDE LATEROCERVICALE.IN PARTICOLARE A SEDE SOTTONUCALE DX IN SEDE SOTOCUTANEA SUPERFICIALE DUE MILLIMETRICHE ADENOPATIE DI 3-4MM A MORFOLOGIA CONSERVATA REPERTO DI SIGNIFICATO REATTIVO -INFIAMMATORIO.A SEDE ANGOLOMANDIBOLARE SIN ADENOPATIA DI 10MM DI SIGNIFICATO SOVRAPPONIBILE.nON ALTERAZIONI A CARICO DELLA TIROIDE ESALIVARI MAGGIORI
NeI mesi successivi, visto che il linfonodo era sempre presente effettuo anche altre analisi del sangue comprese quelle per sospetto toxaplasmosi e mononucleosi,ma come al solito tutto è di nuovo negativo.(il sudore notturno, malgrado la mia GRANDE preoccupazione non è mai stato preso molto in considerazione anche perchè non massivo come nell'Hodgkin ed accentuato nei periodi sotto esame, nonchè sparito nel periodo estivo)
In Agosto oltre al linfonodo preesistente si aggiunge una piccola tumefazione bilobata,mobile ed elastica alla palpazione in sede sottomandibolare a cui Seguono esami di routine:
VES 8
G.B 6'85
G.R. 4,37
Hb 13,1
EMATOCRITO 38
VOL. GLOBULARE MEDIO 87
CONTENUTO MEDIO DI Hb 30
CONCENTRAZ. MEDIA DI Hb 34,5
PIASTRINE 149
RDW-SD3 35,7
RDW-CW 11,6%
PDW 13,6fL
MPW 11fL
P-LCR 31,6%
NEUT 62.7%
LINF 28%
MON 8,6%
EOS 0,4 %
BAS 0,30%
e visita dall'otorino dove riscontrano si, una linfoadenopatia ma anche un ingrossamento della ghiandola salivare di significato verosimilmente reattivo di scarso interessamento patologico.
Ciò però non mi permette di essere tranquilla. IL perchè di queste linfoadenopatie?Posso fidarmi odevo seguire delle analisi più aprofondite.
Scusate se sono stata prolissa,grazie

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,

i linfonodi hanno una funzione di difesa immunitaria nei confronti di vari agenti di natura virale, batterica, allergica ecc. Proprio per questa loro peculiare funzione possono ingrandirsi ed assumenre un aspetto che viene definito reattivo; quindi qualunque problema infimmatorio anche lieve ( per esempio problemi di denti ), o a carico delle tonsille, può portare ad un ingrandimento che, però, può persistere nel tempo anche dopo guarigione.

La invito a leggere questo articolo scritto dal Dr. Catania che le illustra la funzione dei linfonodi:

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-i-linfonodi-o-linfoghiandole-le-adenopatie-ed-il-sistema-linfatico.html
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 822XXX

Ringrazio il Dr Baraldi, per l'interessamento.Sono consapevole del fatto che i linfonodi possano aumentare di volume in risposta a processi flogistici interessanti le struture contenute nel collo.
Così come anche sò cheuna linfoadenopatia può essere anche una metastasi o un linfoma. Per questo sono così pereoccupata e sopratutto perchè nel frattempo ho effettuato una ecografia di cui riporto il referto:
TIROIDE I SEDE E REGOLARE PER DIMENSIONI, MORFO ED ECOSTRUTTURA SENZA CHIARE IMMAGINI DI NODULARITà.TRACHEA IN ASSE.ALCUNI LFN SOTTOMANDIBOLARI E LATEROCERVICALI A SN CON DIAMTRO COMPRESO TRA 4 E 8mm,ALTRI ANALOGHI RETROANGOLOMANDIBOLARI OMOLATERALI CON DIAMETRO MASSIMO DI 9-10mm A MORFO OVALARE ED ECOSTRUTURA CONSERVATA DI VEROSIMILE NATURA REATTIVA.
LFN SOTTOMANDIBOLRE DX A MORFO OVALARE EDECOSTRUTTURA IPOECOGENA DI CIRCA 14mm ALTRO ANALOGO DI CIRCA 5mM IN SEDE RETROANGOLOMANDIBOLARE DX.DUE LFN NUCALI A DX,SOTTOCUTANEI,RISPETTIVAMENTE DI 5 E 7mm A MORFO ED ECOSTRUTTURA CONSERVATA.aL CONTROLLO ATTUALE SI EVIDENZIA UN LIEVE INCREMENTO IN NUMERO E VOLUME DEI LFN A CARICO DELLE STAZIONI DEL COLLO RISPETTO ALL'INDAGINE EFFETTUA IN DATA 11/02/08 .sI CONSIGLIA PERTANTO MONITORAGGIO ECOGRAFICO E CORRELAZIONE CLINICO LABORATORISTICA.
Sò che in questo referto mi dicono che non c'è niente di patologico, ma il LFN di 14mm non mi dà pace!
Forse è paranoia ma davvero avrei bisogno di qualcuno che mi dicesse cosa fare e se la mia preoccupazione è reale! Grazie