Utente 108XXX
Mia zia , che ha 75 anni , ha da ormai alcuni mesi valori elevati della ferritina che si sono assestati da piu di quattro mesi su valori superiori al 600.
Nonostante una serie numerosissima di accertamenti (ematologici , compresi anche i markers tumorali tutti negativi, ecografie ai principali organi, rx torace e cranio, rx con contrasto intestino ed esofago ecc., che hanno rilevato soltanto una lieve ernia iatale, non hanno spiegato questi valori abnormi della ferritina.
Il suo medico curante non ha ritenuto sino ad ora di darle cure particolari se non dell'acido folico ed un complesso vitaminico.
Nonostante il medico curante sembra non dare molto peso a questi valori elevati della ferritina che dice possono essere normali in persone di una certa età, lei ad ogni nuovo controllo ematologico , ai valori nuovamente elevati della ferritina, che comunque risulta l'unico valore fuori norma, reagisce deprimendosi e preoccupandosi moltissimo.
Potete darmi qualche consiglio al riguardo,o spiegazione di tale scompenso?
Ringrazio anticipatamente per il vostro aiuto.
Grazie

[#1]  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

La ferritina può presentarsi elevata in alcune patologie a carattere reumatologico, di tipo infiammatorio cronico. Ha provato a consultare un reumatologo? Un altra opportunità sarebbe di indagare meglio il torace ad esempio con una TC con mezzo di contrasto.
Io consiglierei comunque come prima cosa di non allarmarsi ma agire con tranquillità.

Cordialissimi saluti

Dr. Carlo Pastore
Dr. Carlo Pastore
https://www.ipertermiaitalia.it/

[#2]  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La concentrazione di ferritina nel siero è in rapporto ai depositi di ferro nell’organismo. La sua quantità totale nel corpo umano è circa 6 gr. Di questa circa 1 gr costituisce la ferritina serica mentre il resto è rappresentato da quella contenuta in altri tessuti quali il fegato, la milza e il midollo osseo. La concentrazione di ferritina può inoltre aumentare in diverse malattie acute e croniche quali infezioni, emopatie, neoplasie, malattie del fegato e del connettivo. Difficile esprimere un giudizio preciso senza aver l’opportunità di visitare la zia. Rimango a sua disposizione ai recapiti indicati. GM
Mauro Granata