Utente
Salve,sono una ragazza di 24 anni,dai 18 anni al giugno 2008 ho preso FEDRA per ciclo irregolare ed ovaio multifollicolare/micropolicistico.Mai avuto problemi,ciclo perfetto. A giugno 2008 in seguito ad esami del sangue mi hanno detto di interromperla in quanto ero a rischio trombotico.

referto del 24/04/08

ATIII = 71 valore di riferimento 75-125
P-PROTEINA C ANTICOAGULANTE = 88 valore riferim +64
P-PROTEINA S ANTIGENE LIBERO = 94 valore riferim +60
P-RESISTENZA PROTEINA C ATTIVATA=0.73 valore rifer1.72
P-OMOCISTEINA = 10 valore riferimento fino a 18
RICERCA MUTAZIONE PUNTIFORME DELLA PROTROMBINA=mutazione presente in eterozigosi
RICERCA MUTAZIONE PUNTIF FATTORE V LAIDEN= assente
RICERCA MUTAZIONE PUNTIF DEL GENE MTHFR = assente

Referto del 26/09/08

ATIII = 70 valore di riferimento 75-125
D-DIMERO = 536
TRIGLICERIDI =41
COLESTEROLO TOTALE =133
COLESTEROLO HDL = 44
COLESTEROLO LDL = 79

Referto del 02/12/08

ATIII = 79 valore di riferimento 75-125
D-DIMERO = 982 minore di 500 ug/L per la diagnosi di esclusione di tromboembolia venosa

ultimi esami del 18/3/09

ATIII = 77
D-DIMERO = 419
PROLATTINA = 12.2
TESTOSTERONE =0.90
PROGESTERONE = 6.09
ESTRADIOLO = 98
FSH= 3.0
LH = 7.3
DHEAS = 163.2
Siccome ho ora un ciclo molto irregolare(con ritardi anche di 25 giorni) e doloroso,mi chiedevo se potevo valutare l'idea di riprendere la pillola.
Il medico di base dice che NON sono a rischio trombosisi,la ginecologa dice che sono predisposta e che non posso prendere la pillola!Ho avuto due risposte opposte e non so come comportarmi.
Chiedo un ulteriore parere a Lei.
Non bevo alcolici,non fumo,sono molto magra ed in buona salute per il resto.
Vorrei sapere quanto è reale e presente il rischio di avere una trombosi nel mio caso?
Le chiedo infine se in vista di una futura gravidanza questa mia situazione di ciclo irregolare,delle ovaie di tipo micropolicistico/multifollicolare ed i valori del sangue possono creare problemi.
Grazie infinite.
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Io più che di rischio vero e proprio parlerei di eventuale maggiore suscettibilità a fatti trambotici e questo in relazione alla mutazione in eterozigosi della protrombina e del D Dimero, e, comunque, solo suula base di questi due parametri è un discorso molto relativo. In relazione alla pillola è la sua ginecologa, che la conosce direttamente, a dovere decidere se sospenderla o no. Io personalmente, ma soltanto a scopo precauzionale, opterei per il sì
Un saluto

A. Baraldi