Utente
Buonasera dottori,
sono un uomo di anni 73, recentemente ho fatto esami sangue-urine, per brevità segnalo esami sballati o al limite.

Urine nella norma - PT - Ratio 1, 24 - I.
N.R.
1, 23 (0, 80-1, 20) - Tempo di Tromboplastina attivata 41, 1 sec.
(24-38) - Ratio 1, 30 (0, 80-1, 20)
Fibrinogeno 204 (200-400) - Creatinina 1.38 (0, 72-1, 18) - VFG 51 (superiore a 60) - Trigliceridi 157 (fino a 150) - Acido urico 7, 3 (3, 5-7, 2).

Prendo i seguenti farmaci LACIREX - DILATREND - FLECAINIDE _ INEGY - ELIQUIS.
(FAP risoltasi con terapia farmacologica)
per cortesia vorrei sapere se i valori sballati di alcuni esami sono dovuti ai farmaci che prendo,
le cause, eventuali approfondimenti da fare, consigli alimentari e in generale, ecc.
, ecc.

In attesa di una risposta ringrazio e saluto cordialmente.

[#1]  
Attivo dal 2007 al 2020
Salve.
Le variazioni rispetto ai valori di riferimento che riporta sono insignificanti fa un punto di vista clinico.
L'Apixaban teoricamente NON dovrebbe influenzare il pattern emocoagulativo; nella pratica clinica succede spesso che INR, PTT, aPTT risultino leggermente prolungati. D'altra parte tali prolungamenti non possono essere usati per monitorare l'attività anticoagulante del farmaco.
Piuttosto sembrerebbe avere una modestissima riduzione della funzionalità renale: per caso è diabetico o è stato iperteso per lungo tempo senza terapia?
Per il resto: non so perché abbia fibrillato, quanto tempo fa, per quanto tempo sia durata la FA. La sinusalizzazione mi pare di capire che sia avvenuta farmacologicamente.
Sulla terapia preferisco non entrare nel merito.
Per il resto lei può fare una vita normale, non ecceda nel peso, cammimi se possibile almeno mezz'ora al giorno senza stancarsi, beva circa un litro e mezzo di acqua al giorno e mangi ciò che desidera, mi ripeto, senza ingrassare.
Siamo qui per eventuali ulteriori chiarimenti.
Un cordiale saluto.
Dr. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo dr. Caldarola, la ringrazio per la sua veloce ed esauriente risposta.
Non sono diabetico, glicemia 96.
Peso 71/72 kg. Prendo farmaci per ipertensione dal 2000 circa , nel frattempo sono stati cambiati e integrati, fino alla terapia attuale. Non ricordo se prima avevo ipertensione trascurata.
Nel novembre del 2015 da una ecografia cardiaca non risultava fibrillazione atriale. Nel maggio del 2016 da elettrocardiogramma risultava FA, curata con cumadin fino a novembre, in seguito con ELIQUIS, ma rimanevo fibrillato.
Dopo visita cardiologica mi è stato aggiunto FLECAINIDE e consigliato cardioversione elettrica. Mi hanno ricoverato è tenuto in osservazione con holter dal quale risultava ritmo sinusale normale, quindi niente intervento. Sarà stato FLECAINIDE?
Da allora mi controllo regolarmente e a oggi non sono fibrillato.
Mi scuso per la lunga descrizione, in attesa di un suo riscontro la ringrazio e la saluto cordialmente.

[#3]  
Attivo dal 2007 al 2020
Che sia stata la Flecainide? Potrebbe essere. Tenga conto che le FA croniche spesso si convertono da sole. È proprio per questo che il paziente DEVE essere SCOAGULATO.
Non lo sapremo mai, ma poco importa come poco importerebbe se riprendesse a fibrillare.
Alla sua età un cuore che fibrilla in genere ha l'atrio sinistro dilatato: se questo sia vero non lo so. Lei non lo dice ed io non ho la sfera magica.
Controlli regolarmente la funzionalità renale.
Un caro saluto.
Caldarola.

[#4] dopo  
Utente
Gent.mo dr. Caldarola
Approfitto della sua cortesia e le invio sinteticamente le conclusioni del referto ecocardiocolordoppler.
Ectasia della radice aortica, normali dimensioni dell’aorta ascendente e dell’arco
Fibrosi parietali
Lieve dilatazione atrio sx (vol bp mL/mq.
Non difetti del setto interatriale.
Lieve insufficienza valvolare mitro-aortica.
Faccio tutti i controlli regolarmente: Esami sangue-Urine 2 volte ogni anno e anche i controlli cardiaci: Ecocardio, Holter cardiaco
Visita cardiologica e altri esami che servono
per la mia salute.
Spero che quanto sopra descritto possa essere utile
Grazie e cordiali saluti

[#5]  
Attivo dal 2007 al 2020
Bene
Mi pare ben seguito.
Una sola osservazione: chi le ha fatto l'ecocardio si è dimenticato che esistono due ventricoli e un setto interventricolare?
Così per curiosità.
Buona serata.
Caldarola.

[#6] dopo  
Utente
Gent.mo dr. Caldarola.
Invio referto completo ecocardio del 13/2/2020
Ventricolo sx ipertrofico, di normali dimensioni caviatrie in assenza di asimmetrie della cinese regionale
Buona la funzione globale (FE=68%)
Lembi mitralici rindondanti con lieve rigurgito.Patten diastolicoda alterato rilasciamento.
Lieve ectasia del bulbo aortico (diam max = 40mm).con normali dimensioni del tratto esplorabile dell’aorta ascendente 37-38mm
Lieve insufficienza aortica in valvola tripartita.
Sezione destra nei limiti della norma con dimensioni e funzione. Minimo rigurgito della tricuspide da cui si stimano normali
pressioni del piccolo circolo (PAPs=22 mmHg)
Assenza di versamento pericardico
Alla luce di quanto sopra, per cortesia, mi può spiegare in parole povere di cosa si tratta effettivamente.
Grazie e cordiali saluti

[#7]  
Attivo dal 2007 al 2020
Di un cuore di 73 anni di un soggetto che è stato iperteso.
Una aortocardiomiopatia sclero-ipertensiva.
Mio padre con lo stesso problema ed una MGUS da 54 anni è arrivato a 87 e sta molto meglio di me.
Perciò ha ancora una lunga prospettiva di vita innanzi.
Se la goda in serenità.
Buona serata.

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno dr. Caldarola, mi perdoni se insisto, vista la sua cortese disponibilità, vorrei un suo parere sul referto di una TAC
del 21/05/2019.
Si rileva diastasi ed assottigliamento dei muscoli retti dell’addome, con tendenza alla
focale protrusione di materia omentale contenente anse del piccolo intestino, in regione sovra retro-ombelicale, come da iniziale laparocele mediano.
Diverticolosi del sigma.
Ectasia aorta addominale sottorenale, a pareti diffusamente calcifiche e del diametro
Massimo in prossimità del Carrefour circa 33mm. Dopo visita, il chirurgo mi consiglia
ecocolordoppler e angio-TC aorta + arti inferiori in alternanza, No indicazioni trattamento chirurgico endovascolare e laparocele. A inizio giugno c.a. ho fatto ecocardiocolordoppler. Referto: Regolare pervieta’ aorta addominale sottorenale che presenta in alcuni tratti ectasia di calibro Massimo 3,0x3,2 cm con pareti marcatamente calcifiche e minime apposizioni trombotiche endoluminali Flusso diretto trifasico Regolare pervieta’ e calibro dell’asse iliaco bilaterale (1,2-1,3cm)
con pareti calcifiche e con flusso diretto, trifasico
Le chiedo, per cortesia, delucidazioni e se per l’ernia e’ necessario intervento
Per coronavirus, visita, Angio-TC aorta e arti inferiori rinviate a novembre
Grazie, cordialità