Utente 123XXX
Salve,
sono una ragazza di 23 anni, studio e lavoro .
Circa 8 mesi fa ho effettuato delle analisi del sangue per verificare i valori degli ormoni prolattina e progesterone , finalizzate all'inizio di una cura estroprogestinica.Dai responsi ottenuti ( valori alti di entrambi ormoni ) , l'endocrinologa che mi segue mi ha fatto iniziare una terapia con il farmaco Diane che assumo oramai dal mese di ottobre.dall'esame emocromocitometrico , però, ho ottenuto i seguenti valori :
Globuli Rossi : 4040 ( 4200-5400)
Globuli Bianchi : 7130 ( 4500-10000)
Emoglobina : 12,3 (12-16)
Ematocrito : 34,5 ( 35-47 )
MCV : 85,5 (76-96)
MCH : 30,4 (27-32)
MCHC : 35,5 (30-35)
neutrofili : 57%
eosinofili : 3%
basofili :0%
linfociti : 34%
monociti : 6%
piastrine : 260 (150-400)

Da questi risultati la dottoressa che mi segue mi riferì una leggera disidratazione da risolvere tramite l'assunzione di più acqua e cibi più sostanziosi.
Dall'ora ho ripetuto le analisi la settimana scorsa per verificare il fibrinogeno funzionale e l'antritrombina III , sempre per controllo della terapia estroprogestinica ma in più il controllo emocromocitometrico.
I valori sono i seguenti:
Globuli Rossi : 3820.000 ( 4.000.000- 5.000.000)
Emoglobina : 10,5 ( 11,5-16,0 )
Ematocrito : 31,8 (34,0- 48,0)
Globuli Bianchi : 6800 ( 4000-9000)
MCV: 83
MCH: 26,8
MCHC: 32,3
piastrine : 221000 ( 140000-400.000)
neutrofili : 53%
linfociti: 38&
eosinofili : 3%
monociti:6%
basofili:0
sideremia: 112 (37.165)

Di conseguenza a ciò mi hanno diagnosticato una forma di anemia di origine sconosciuta , benchè la sideremia stia nella norma e questo non me lo spiego.
Ciò che avverto da mesi è una stanchezza alle braccia e alle gambe soprattutto al risveglio mattutino , con difficoltà nell' afferrare e sollevare gli oggetti e una certa fiacchezza durante il giorno. Malgrado l'assunzione della pillola, ho un ciclo non abbondante, di colore non vivo che mi dura al max 4 giorni.
Se cammino o salgo le scale mi sento affaticata di parecchio eppure mi nutro correttamente assumendo alimenti a sufficienza ( almeno credo ) ricchi di proteine e prendo regolarmente degli integratori vitaminici per combattere questo senso di fiacchezza !
Quello che vorrei domandare ( visto che devo ripetere gli esami del sangue controllando la ferritina) è: è possibile che sia affetta da un'anemia anche se la sideremia è nella norma ?
Se Nel caso così fosse come potrei risolvere ?
Grazie mille per l'attenzione.
saluto cordialmente

[#1]  
20563

Cancellato nel 2010
L'anemia viene dichiarata guardando la sola emoglobina, quando l'emoglobina (hb) si abbassa c'e' anemia. L'emoglobina porta in giro l'ossigeno, quando essa scarseggia le cellule respirano male e uno, come nel suo caso, si sente sempre stanco e fiacco.

La mancanza di ferro e' solo una delle possibili cause di anemia. Lei ha sideremia normale e volume medio non particolarmente basso, per cui la causa della sua anemia non sembra essere la mancanza di ferro (ma aspettiamo di vedere la ferritina).

Di cause ce ne sono tante, divise in due grandi categorie (o si perde/distrugge sangue o il midollo non produce causa qualche carenza). L'esame discriminante e' dato dai reticolociti (nel primo caso sono alti nel secondo bassi).

Se non ha perdite mestruali o altre perdite visibili, potrebbe avere emolisi intravascolare da anticorpi (fare coombs diretto). In caso di carenza si agisce in via empirica, con quei complessi polivitaminici con dentro tutto (ferro, zinco, cobalto, B6, B12, folati ecc.).



[#2] dopo  
Utente 123XXX

Salve dottore,
ho letto la sua risposta alla mia email e ho capito molte cose che precedentemente ignoravo.
Comprendo che la mia anemia non sia legata strettamente ad una carenza di ferro ma che l'origine possa essere ben altra.
Parlando con mio padre ho saputo che all'età di 5-6 anni , il mio pediatra mi ha più volte somministrato gammaglobulina aspecifica ... forse una decina di volte , in conseguenza al fatto che avevo sempre febbre per infezione alla gola.
Le chiedo : Ciò può essere una causa determinante la mia attuale patologia?

Intanto attendo le risposte dell'ultimo esame emocromocitometrico e della ferritina.

La ringrazio nuovamente per l'attenzione e per la disponibilità.

Saluti