Utente 770XXX
buongiorno,
ho fatto gli esami del sangue poco tempo fa.. mi sono accorta d'avere la transaminasi ossalacetica bassa 12 (15-37)invece il gpt è nella norma 10 (8-45).il medico nn ci ha dato importanza ha detto che andavano bene...
ora devo fare delle analisi per un intervento plastico,e ho da fare anche quelle l'epatite b e c.
Io sono una persona ipocondriaca...e me ne vergogno....sono tranquilla per l'epatite b perchè ho fatto il vacino,ma ho paura della c....mi rode il pensiero...secondo lei avere il got basso significa essere potenzialmente infetti oppure no?ho letto che si debbono preoccupare solo chi ha le transaminasi alte..è vero???
grazie e mi scuso per il mio essere paranoico

[#1]  
20563

Cancellato nel 2010
Le transaminasi sono messe in circolo dalle cellule epatiche quando muoiono e si rompono. Se non ci sono cellule danneggiate, le transaminasi restano basse.

Piu' sono basse meglio e'.

Le sue "anomalie" (spero che non gliele abbiano anche asteriscate) sono _migliorative_ rispetto alla media.


[#2] dopo  
Utente 770XXX

grazie x la risposta...si me le hano asteriscate.....
questo significa,se ho ben capito,che mi posso "tranquillizzare"perhè avere il got basso significa un buon stare del mio fegato!?e che mi posso mettere tranquilla sulle mie analisi che farò perchè nn c'è motivo di pensare a qualche epatite o qualche altra infezione,vero?scusate ancora x la mia ipocondriacità...
vi ringrazio

[#3]  
20563

Cancellato nel 2010
Quod scripsi, scripsi.


[#4] dopo  
Utente 770XXX

la ringrazio infinitamente...ora mi sento davvero più rincuorata.....
ultima cosa....è vero che got basso significa anche essere anemici? o è una notizia che mi è stata ripostata malamente??ed è posibile avere epatiti,cirrosi epatiche o altra affezioni al fegato senza avere il got alto?su certi siti trovati su interet c'è scritto che questo può accadere...ma da come lei mi ha risposto sembra un'eresia....

[#5]  
20563

Cancellato nel 2010
1) La transaminasi G.O. (che fra l'altro oggi e' meglio chiamata "AST") non correla in alcun modo con l'anemia. Zero, nulla, nada, nix. Got it?

2) teoricamente e' quasi possibile: nelle epatopatie terminali in cui il fegato ormai e' ridotto a una cicatrice fibrosa, sopravvivono talmente poche cellule epatiche "nobili" che, anche degenerando, esse non alzano le transaminasi in maniera proporzionale alla gravita' della situazione. Ma a quel punto il paziente sa gia' da tempo di essere malato,e l'ultima cosa che gli interessa e' il livello numerico delle sue transaminasi.


[#6] dopo  
Utente 770XXX

Egregio dott Bianchi,la ringrazio infinitamente.
inutile dire,che con la sua professionalità e con la sua determenazione nelle risposte,lei sia in grado di trasmettere fiducia e sicurezza alle persone.
ci tenevo a ringraziarla,lei e tutti i medici che ogni gg rispondono a questo sito....Purtroppo,a volte,i medici "nn hanno tempo" per far sentire il paziente ascoltato.
invece nei suoi consulti mi sono sono sentita capita e crassicurata.grazie infinitamente ancora.