Utente 124XXX
salve, sono nato nel 1969,per anni sono stato donatore avis di sangue intero, poi per valori di emoglobina bassi sono passato alla sola plasmaferesi, riassumo i risultati:
nel 2003 quando donavo sangue intero erano:
leucociti 5,40
eritrociti 4,84
emoglobina 14,6
ematocrito 42,2
vcm 87,2
emoglobina corp. media 30,1
concentrazione emoglb corpuscolare 34,5
indice anisocitosi corpuscolare 14,5
piastrine 211
vol piastr medio 7,6
neutrofili assoluti 2,10
neutrofili 38,0
linfociti assoluti 2,80
linfociti 51,2
monociti assol 0,50
monociti 8,3
Eosinofili assoluti 0,10
eosinolfili 2,0
basofili assoluti 0,00
basofili 0,5
sideremia 82

nel 2004
leucociti 7,40
eritrociti 4,55
emoglobina 13,2
ematocrito 39,3
vcm 86,4
emoglobina corp. media 29,1
concentrazione omoglb corpuscolare 33,6
indice anisocitosi corpuscolare 12,9
piastrine 218
vol piastr medio 7,5
neutrofili assoluti 3,2
neutrofili 43,2
linfociti assoluti 3,2
linfociti 43,4
monociti assol 0,80
monociti 10,6
Eosinofili assoluti 0,20
eosinolfili 2,3
basofili assoluti 0,00
basofili 0,5
sideremia 28

adesso mi scopro MICROCITEMICO, con ipocromia, anisopichilocitosi!!
ecco i valori del 11/07/2009
globuli bianchi 5,6
globuli rossi 4,99
emoglobina 9,2
ematocrito 30,1
MCV 60,2
MCH 18,4
MCHC 30,5
RDW 19,6
PIASTRINE 341
MPV 8,6
PCT 0,29
PDW 17,3
NE% 53,3
LY% 32,1
MO% 10,2
EO% 3,4
BA% 1,0
NE 2,9
LY 2,80
MO 0,6
EO 0,2
BA 0,1
s-UREA 55

Ho letto da più parti che chi non nasce microcitemico non lo potrà mai diventare.
il mio "MCV 60,2 fl come si spiega?
Ho fatto altre analisi che ritirerò tra due giorni per le emoglobine anomale , (elettroforesi delle emoglobine)
potete darmi qualche indicazione o valutazione sul caso, grazie

[#1]  
20563

Cancellato nel 2010
Microcitemico di per se' significa solo che uno ha le emazie piccole.

Ci sono emazie piccole dalla nascita per un fatto genetico (talassemia) e ci sono emazie normali che diventano piccole nel corso della vita perche' subentra un fatto carenziale, es. perche' manca ferro (il ferro viene a mancare per ridotto assorbimento o per perdite gastrointestinali).

lei continua a produrre fra 4,5 e 5 milioni di globuli rossi,ma sempre piu' piccoli e sempre piu' vuoti.

La sua sideremia e ferritina come sono?



[#2] dopo  
Utente 124XXX

Ho appena ritirato le analisi rifatte il 31/07/09
ecco i valori
globuli bianchi 5,3
globuli rossi 5,22
emoglobina 9,2
ematocrito 32,2
MCV 61,7
MCH 17,7
MCHC 28,7
RDW 20,4
PIASTRINE 279
MPV 9,0
PCT 0,25
PDW 16,8
NE% 49,5
LY% 37,4
MO% 9,7
EO% 2,0
BA% 1,4
NE 2,6
LY 2,00
MO 0,5
EO 0,1
BA 0,1
SIDEREMIA (FERRO TOTALE) 17 ug/dl rif.(65-170) (esame ripetuto)
FERRITINA 3,50 ng/ml rif. (18 - 340) (esame ripetuto)
ANALISI DELL'EMOGLOBINA:
metodo HPLC

A 97,6%
A2 2,1%
Fetale 0,3%
Anomale 0,0%
Mi rendo conto di valori assolutamente bassi di sideremia e ferritina.
Quali potrebbero essere le cause e cosa mi consiglia di fare?
Ringrazio per la sollecitudine della risposta alla precedente richiesta

[#3]  
20563

Cancellato nel 2010
Confermo che sembra proprio una anemia da carenza di ferro.

La causa piu' probabile e' lo stillicidio continuato di sangue da piccole perdite, di cui il paziente puo' accorgersi o no (in ordine di probabilita' possono avvenire con le feci o con le urine o l'escreato). Perdite ripetute svuotano le scorte di fertro dell'organismo.

L'altra ipotesi e' la mancanza di ferro nella dieta, oppure il mancato assorbimento intestinale.

Il suo medico sapra' agevolmente differenziare le due situazioni, prescrivendo le opportune analisi e cure.


[#4] dopo  
Utente 124XXX

Grazie di tutto e per la velocità e la velocità del consulto.
Chiedo ancora spazio per un paio di dubbi che mi sono venuti:
escludendo una mancata assunzione nella dieta, se quando produco globuli rossi, questi, già alla nascita, sono piccoli e vuoti, vorrebbe dire che il mio corpo non riesce più ad assorbire il ferro necessario "per riempirli" ..che malattia o difetto sarebbe questo e quali esami servono per identificarlo?

Invece in caso di persite intestinali di sangue, se ho ben capito, non cala il numero di globuli rossi, ma la loro dimensione.
Il medico mi ha consigliato la ricerca del sangue occulto nelle feci e una gastroscopia. Potrebbe essere sufficiente?
Cosa intendete per "escreato"?
Grazie ancora per l'attenzione

[#5]  
20563

Cancellato nel 2010
Un difettoso assorbimento del ferro (c'e' nei cibi, ma non viene preso dall'organismo) puo' dipendere da abuso di antiacidi tipo maalox, oppure di lassativi, oppure da atrofia della mucosa (es. celiachia atipica). Per la celiachia si fanno i test, per le altre ipotesi si chiede al paziente, in ogni caso la cura e' somministrare ferro in piu', in modo da aumentare la quantita' assoluta che viene assorbita.

Perdite continue fanno perdere piu' ferro nell'unita' di tempo di quanto l'organismo, peraltro normale, riesce ad assorbire e rimpiazzare. perdi e perdi, alla fine il bilancio del ferro va in rosso e si ricade in una situazione di mancanza di ferro, non distinguibile dal caso precedente.

L'approccio del suo medico e' corretto, sono le prime ipotesi da esplorare in casi cosi'. L'escreato sarebbe il catarro, in certe malattie polmonari si puo' perdere sangue anche dai polmoni, ovviamente non e' il suo caso, in quanto se succede, il paziente si accorge.

lei proprio non si e' mai accorto di niente, nessuna perdita da nessuna parte?

[#6] dopo  
Utente 124XXX

grazie per l'interessamento,
allora:
in effetti soffro di emorroidi, e saltuariamente, diciamo ogni 2 mesi, mediamente, ho forti perdite, non tracce! ,però che durano pochi giorni,(2 o 3).
Inoltre da un anno circa su consiglio del medico, al sopravvenire di dolori di stomaco prolungati, faccio un trattamente col lansoprazolo per una sospetta ulcerosi gastrica.
grazie di nuovo.

[#7] dopo  
Utente 124XXX

Come consigliato dal medico ho fatto le analisi per la ricerca del sangue occulto e tra due giorni effettuerò la gastroscopia,
Le manderò i risultati appena possibile
Grazie