Utente 339XXX
Mia madre ha 80 anni e soffre di gozzo da almeno 15 anni. Fino ad ora i noduli che le erano stati diagnosticati precedentemente non le avevano causato fastidio ( a parte una serie di scompensi legati al cattivo funzionamento della tiroide)e non erano mai stati controllati.
Circa un paio di mesi fa, ha iniziato ad avere dei problemi di respirazione con senso di soffocamento soprattutto di notte e successivamente raucedine e tosse persistente.
Ha eseguito esami del sangue, ecografia, scintigrafia e per ultimo l`ago aspirato.
Non ho a disposizione tutti i risultati in quanto al momento sono all`estero. So che la scintigrafia evidenziava una formazione reattiva allo iodio (credo un nodulo caldo) mentre l`ago aspirato cita testualmente:

AGOASPIRAZIONE NEOFORMAZIONE SOVRAIODEA
Diagnosi: POSITIVA LA RICERCA DI C.T.M.

Presenti alcuni aggregati di cellule atipiche a citoplasmi granulosi su fondo costituito da sostanza amorfa-basofila o anfofila (simil-aimolidea).
Fondo fibrinoso lievemente necrotico

E` stato richiesto un ulteriore esame per la calcitonina (sospetto carcinoma midollare) e consigliato l`asportazione chirurgica seguita da biopsia.
Mi e` stato anche detto che al momento dell`esame il tecnico era perplesso circa la localizzazione del nodulo (come se non fosse proprio sulla tiroide) e che il nodulo era duro.
Non potendo parlare direttamente con i medici ho cercato informazioni su internet e mi sembra che i sintomi siano molto simili a quelli di carcinoma anaplasico ( l`eta`, la compressione sulla trachea, la posizione strana del nodulo).
Sulla base del risultato dell`ago aspirato e` possibile escludere questa ultima possibilita`?
Grazie

[#1]  
Dr. Massimiliano Forino

24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2004
Non si evince se i sintomi respiratori sono regrediti nell'arco di questi due mesi; l'esame per la calcitonina sicuramente è utile per la diagnosi differenziale; potrebbe essere utile anche un esame radiologico-Tc collo con mdc- ma sarebbe necessario valutare la signora clinicamente e con gli esami già pronti. Penso di poterla tranquillizzare circa la possibilità di neoplasia indifferenziata-anaplastico, appunto, considerando la descrizione del quadro clinico-strumentale. Se vuole, nel nostro Reparto ci occupiamo di chirurgia del collo e tiroidea; in caso necessità non esiti pertanto a contattarci.
Dott. Massimiliano Forino

[#2]  
Dr. Alessandro Pilo

24% attività
0% attualità
0% socialità
LANUSEI (NU)
SORGONO (NU)
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Il referto dell' agoaspirato eseguito da sua madre non è chiaro, quindi consiglio ripeterlo al più presto considerato che è l'indagine con migliore sensibilità e specificità.