Utente 409XXX
Buongiorno,
ho 27 anni e già a 10 anni avevo un’eccessiva peluria al viso che nel crescere anziché sparire è aumentata, nel 1999 dopo aver fatto le analisi ormonali, che a detta dell’endocrinologa che le aveva valutate non evidenziavano nessun problema, e l’ecografia ginecologica che mostrava tutto nella norma, ho iniziato l’epilazione laser presso uno studio medico ottenendo però solo il peggioramento della situazione. Pertanto nel 2001 abbandonai la terapia. Delusa, sono andata avanti con la sola ceretta fai da te finché nel 2005 non mi sono rivolta ad un centro estetico dove prima di iniziare con il laser mi hanno chiesto di fare le analisi ormonali per escludere che la causa del problema fosse patologica e quindi risolvibile per altre vie. I risultati delle analisi sono questi:

7° giorno 14° giorno 21° giorno Valori rif.
TSH 4,65 3,97 3,06 0,35-5,5
Progesterone 1,37 1,26 1,25 f.follicolare: 0,15-1,4
f.luteinica: 3,34-28
Testosterone 72,0 92,0 62,0 14-76
Prolattina 22,6 17,0 14,5 non gravid: 2,8-29,2
LH 7,5 8,2 9,6 f.follicolare: 1,9-12,5
f.ovulatoria: 8,7-76,3
fase luteinica: 0,5-16,9
FSH 8,9 8,0 8,4 f.follicolare: 2,5-10,2
f.ovulatoria: 3,4-33,4
fase luteinica: 1,5-9,1
DHEA-S 344 ---- --- 35-430
17 beta estradiolo (E2) 5,1 21,0 90,0 f.follicolare: 11-165
f.ovulatoria: 146-526
fase luteinica: 33-196

A questo punto tre figure hanno visto le analisi: il medico di base, la ginecologa, il medico a cui il centro estetico sottopone le analisi delle clienti, e tutti mi hanno detto che andavano bene e il problema estetico non dipendeva da problemi ormonali. Hanno solo notato il valore leggermente alto di testosterone con consigli diversi: il mio medico suggerì la pillola, la ginecologa riteneva invece che non fosse così grave da dover prendere la pillola e alla mia richiesta di farmi vedere comunque da un endocrinologo mi disse che non era necessario andarci perché era tutto nella norma; il terzo infine suggerì l’approfondimento endocrinologico pur ritenendo che la causa del mio problema non fosse certamente quella.
Essendo per me difficile reperire un endocrinologo specializzato in questo campo, dato che nessuno mi dava indicazioni e non volendo andare dal primo che trovavo, ho rinunciato a questo approfondimento.
La mia impressione derivante dal semplice paragone con i valori di riferimento invece era quella che ci fosse qualcosa che non andava soprattutto perché mi sembra che l’andamento dei valori sia piuttosto piatto, senza quei picchi che dovrebbero caratterizzare le varie fasi del ciclo. Questo potrebbe essere dovuto al fatto che il mio ciclo in media dura fra i 32 e i 36 giorni mentre i prelievi sono fatti sulla base di un ciclo di 28 giorni e quindi i miei valori sono poco paragonabili con la norma? E’ possibile che si sia trattato di un ciclo senza ovulazione? (nel ’99 leggendo le analisi-molto simili a queste-mi dissero che era stato proprio così). Perché nessuno sembra essersi accorto del progesterone e del beta estradiolo bassi?
Qualcuno di voi potrebbe gentilmente darmi ulteriori pareri e soprattutto spiegarmi qualcosa sul significato delle mie analisi? Francamente mi è sembrato di vedere un po’ di superficialità da parte di chi ha letto le analisi, ma forse visto che in tre mi hanno detto quasi la stessa cosa…sarò io che mi faccio troppi problemi?
Vi ringrazio anticipatamente e buon lavoro a tutti.

[#1] dopo  
Dr. Sergio Di Martino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2004
Una valutazione sull'irsutismo la si fa soprattutto clinicamente. Ossia come si caratterizza? di che entita'e'? La cute e' grassa?Vi e' caduta di capelli?
Superficialita'? Probabilmente l'anamnesi approfondita, avrebbe messo in evidenza il fatto che avendo il flusso ogni 35 giorni, il dosaggio di progesterone, quale dato di avvenuta ovulazione, andrebbe fatto su tre prelievi in fase luteinica, cominciando magari dal 23° giorno. Mancano, a mio modo di vedere, dati importanti come SHBG,il Cortisolo, l'Acth, e il 17-OHP, soprattutto alla luce dei valori di testosterone borderline. Va sicuramente fatta una eco pelvi, preferibilmente al 5° giorno del ciclo mestruale. Non trascurerei infine il valore del TSH, ai limiti alti della norma che potrebbe essere espressione di un ipotiroidismo subclinico, per la qualcosa la inviterei a eseguire una eco tiroide, e il dosaggio degli anticorpi anti tiroide. Ma soprattutto si rivolga ad un endocrinologo prima di iniziare trattamenti che oltre che costosi potrebbero essere inutili.
Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia
http://www.medicitalia.it/s.dimartino

[#2] dopo  
Utente 409XXX

Grazie dottor Di Martino per il suo interessamento. Ho effettuato alcuni mesi fa delle analisi per la tiroide che erano tutti nella norma tranne uno leggermente più alto (adesso sono fuori casa e non ricordo quale fosse, quando rientrerò le farò sapere quali erano i risultati). In seguito ho fatto l'ecografia tiroidea che non ha riscontrato nessuna anomalia. Mi permetta di fare un paio di domande:
Come mai l'ecografia pelvica è preferibile al 5° giorno?
Come può vedere da un precedente consulto ho un rapporto decisamente difficoltoso con la sessualità, è possibile che ciò dipenda anche da fattori ormonali oltre che psicologici?

[#3] dopo  
Utente 409XXX

Le analisi tiroidee effettuate a febbraio 2007 riportavano questi valori:

anti TPO 2,0 (rif. 0-150)
anti TG 2,0 (rif. 0-200)
TSH 4,62 (rif. 0,35-5,50)
FT4 0,88 (rif. 0,89-1,76)
FT3 3,26 (2,30-4,20)

Mi è stata prescritta l'eco tiroide per via del valore FT4, ma come già detto l'esame non ha segnalato anomalie.
Ritiene che possa esserci qualcosa da esplorare ulteriormente a livello tiroideo?
Grazie
Un saluto

[#4] dopo  
Dr. Sergio Di Martino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2004
I valori riportati della tiroide, lasciano sospettare un ipotiroidismo subclinico. Ripeta gli esami per un ulteriore conferma di cio'.
Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia
http://www.medicitalia.it/s.dimartino