Utente 538XXX
avevo scritto qualche tempo fa senza ottenere alcuna risposta.HO scoperto di avere un nodulo alla tiroide ipo-anecogeno.GHandole e tiroide del collo tutto nella norma.A parte qualche linfonodo reattivo a seguito di una laringite .Finalmente stanno andando via.IL 10 mArzo farò l'agoaspirato e venerdì gli esami ormonali.Sono un po in ansia ma sicuramente meno rispetto all'inizio ovvero un mese e mezzo fa.Le me domande sono.Cosa significa ipo anecogeno?L'ago aspirato me lo fanno perchè ipo anecogeno significa poco chiaro o l'avrebbero fatto cmq?Qualè la probabilità che sia un tumore maligno essendo ipo -anecogeno e solo uno?A breve vi invierò i risultati.Quelli dell'ecografia li ho scritti in un altro post.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Del Buono

28% attività
4% attualità
12% socialità
CELLOLE (CE)
SANTA MARIA CAPUA VETERE (CE)
SPARANISE (CE)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,
la definizione di ipo o anecogenicità di un nodulo tiroideo è legata all'aspetto ecografico dello stesso. L'agoaspirato è opportuno che venga eseguito su tutti noduli di misura superiore ad 1 cm. Cordiali saluti
Dott. Andrea Del Buono
Endocrinologo - Diabetologo

[#2] dopo  
Dr. Roberto Cesareo

24% attività
0% attualità
12% socialità
LATINA (LT)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile utente
la definizione di nodulo ipo-anecogeno dal punto di vista ecografico non è molto corretta in quanto un nodulo solido ipoecogeno è un nodulo che andrebbe di certo sottoposto ad agoaspirato tiroideo e se presenta anche microcalcificazioni, magini irregolari e presenza di vasi anche all'interno del nodulo oltre che all'esterno (pattern vascolare tipo 3)al color doppler tiroideo tale esame andrebbe eseguito anche in caso di agoaspirato tiroideo inferiore al centimetro.
Al contrario un nodulo anecogeno significa nodulo non solido ma liquido e per il quale il rischio di tumore tiroideo è talmente basso che non vi è alcuna indicazione ad eseguire tale esame.
Infine l'agoaspirato tirodeo non andrebbe mai eseguito prima della visione degli esami tiroidei in quanto se gli stessi dovessero evidenziare un nodulo "caldo" cioè che lavora di più andrebbe eseguita scintifrafia tiroidea e nel caso di conferma di nodulo caldo l'agospirato tiroideo non andrebbe eseguito.
Dr. Roberto Cesareo
Specialista in Endocrinologia e Malattie Metaboliche

[#3] dopo  
Utente 538XXX

ello che mi chiedo è se dovesse esserci un risultato dbbioso o comunque "brutto" nn farebbero aspettare cosi tanto tempo oppure si?