Utente 544XXX
Gentili dottori,
ho 26 anni, in cura da Marzo con Eutirox 75 per una T.Hashimoto sfociata in ipotiroidismo subclinico.
La cura ha dato, in merito alla sintomatologia che lamentavo, buoni risultati, prima sentivo sempre freddo, avevo problemi di stipsi e di memoria.
Da qualche giorno pero' ho cominciato ad avere vampate di calore (specie al pomeriggio e durante la notte, palpitazioni (sento il cuore "rimbombare nello stomaco e questo mi agita un po')che arrivano all'improvviso, senza connessione con momenti di agitazione o sforzi (oggi mi sono svegliata con il cuore che andava a 1000) e i miei valori pressori, che prima della cura erano sempre intorno ai 110/60 (ma anche un po' piu' bassi per quel che concerne la massima) si sono portati sui 130/75. In concomitanza a questi valori leggermente piu' elevati di quelli che ho sempre avuto ho cominciato ad avvertire un senso di vago malessere a livello di testa (come se fossi un po' addormentata, tipo quando si dorme male), con un po' di fastidio alla luce.
Purtroppo sono in attesa di effettuare le analisi del sangue (ft3 ft4 Ths e anticorpi tirodei) perchè ho dovuto seguire, per un problema orl, una cura di Prednisone (mezza compressa due volte al giorno per 7 giorni) e quindi anche per la visita endocrinologica dovro' pazientare ancora qualche settimana.
Quello che vorrei sapere è se è possibile che questi sintomi che avverto possano dipendere dall'eutirox (che magari andrebbe ridotta o sospesa) o se invece possano essere scaturiti dalla cura con il prednisone (ho letto sul bugiardino che rende positivi al test doping, anche se io ne prendevo quantità minima e dubito potesse darmi questi effetti collaterali) o se mi conviene effettuare un controllo dal cardiolgo prima ancora di parlarne con l'endocrinologo.
Ringrazio per la cortese attenzione e buon lavoro a tutti.

Maria R.

[#1] dopo  
Dr. Roberto Cesareo

24% attività
0% attualità
12% socialità
LATINA (LT)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
PURTOPPO TUTTI I SINTOMI CHE RIFERISCE NON SONO SUPPORTATI DAGLI ESAMI DEGLI ORMONI TIROIDEI CHE SAREBBE NECESSARIO CONOSCERE SIA QUELLI ESEGUITI PRIMA DELLA TERAPIA CHE DOPO.
TUTTAVIA E' MOTLO DIFFICILE PENSARE CHE UN LIEVE IPOTIROIDISMO POSSA DARLE I SINTOMI DA LEI RIFERITI COSI COME LA SOMMINISTRAZIONE DI ORMONE TIROIDEO
Dr. Roberto Cesareo
Specialista in Endocrinologia e Malattie Metaboliche

[#2] dopo  
Utente 544XXX

Gentile dottore,
le inserisco i valori degli esami che ho appena ritirato:

TSH 0,024 (val rif. 0,35-5,5)
FT3 4,34 (V.rif. in località marine 2,00-4,40)
FT4 1,99 (V.rif 0.89-1,76)

ANTITIREOGLOBULINA 205.5 (max 60)
ANTI TIREOPEROSSIDASI 326, 7 (max 78)

I miei precedenti valori erano invece i seguenti (analisi effettuate in altro laboratorio)

THS 5,47, (val rif. 0.49-4,67)
FT3 2,13 (v.rif. 1,45-3,48)
FT4 0,97 (v.rif. 0,71-1,85)

Da quello che ne deduco (con le mie scarse conoscenze) starei passando ad una fase di ipertiroidismo (ma il valore di FT3 è nella norma, quindi è solo un iper "subclinico"?)
Aggiungo che da qualche giorno ho dei lievi tremori alle mani.

Ringrazio per l'attenzione e porgo cordiali saluti

Maria R.

[#3] dopo  
Dr. Roberto Cesareo

24% attività
0% attualità
12% socialità
LATINA (LT)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
in base ai valori prima della terapia è corretta la prescrizione di levotiroxina ma per lei il dosaggio è eccessivo in quanto il suo è quello di un ipertiroidismo ormai subclinico considerando che anche i valori di FT3 sono nel range alto della norma.
Deve ridurre il dosaggio a 50 micrgr/die e rivalutare gli esami tra 30-45 gg
saluti
Dr. Roberto Cesareo
Specialista in Endocrinologia e Malattie Metaboliche

[#4] dopo  
Utente 544XXX

La ringrazio per la risposta celere, lunedi' ho la visita endocrinologica e spero proprio che il mio dottore riduca il dosaggio.
Le vorrei chiedere un'informazione "generale": nel momento in cui si assume eutirox, effettuando gli esami, il tsh dovrebbe apparire sempre basso o soppresso, dato che l'ormone entra "per bocca" e quindi la tiroide non dovrebbe essere stimolata a lavorare dall'ipofisi?

Cordiali saluti

Maria R.

[#5] dopo  
Utente 544XXX

L'endocrinologo, visti gli esami, mi aveva proposto due allternative: sospensione della cura in attesa di ripetere gli esami fra 6 mesi, oppure dosaggio 25 mcg. Era piu' propenso per la prima ipotesi,ma quando gli ho rammentato che avevo sintomi da ipotiroidismo (come dicevo nel primo messaggio, stipsi, gonfiori, intolleranza eccessiva al freddo, perdita di memoria e concentrazione), mi ha consigliato il dosaggio di 25. Fra l'altro ho anche un ciclo irregolare e vorrei capire se il problema sia la tiroide o meno, quindi rimanendo come prima (ossia senza levotiroxina) non potrei di certo capirlo (il dottore vuole appunto vedere se cosi' le cose si riassestano, prima di prescrivermi altri dosaggi ormonali).
Inoltre ha chiesto anche di ripetere gli esami anticorpali, ma visto che quelli rimangono sempre,ha senso effettuarli? O il loro andamento puo' influire sulla corretta impostazione della terapia?
Aggiungo che per una settimana devo sospendere la terapia, per eliminare gli ormoni in eccesso. Infine il medico mi ha consigliato la ripetizione degli esami fra 6 mesi, io sarei intenzionata a effettuarli fra 2 mesi, dato che normalmente l'eutirox agisce in una quarantina di giorni. Oppure visto il basso dosaggio lei ritiene che possa attendere tranquillamente (specialmente in assenza di sintomatologia) il tempo indicatomi?
La ringrazio

Maria R.