Utente 327XXX
Buongiorno gentilissimi dottori,sono Lorenzo ho 29 anni altezza 170cm peso 62kg faccio sport in maniera costante alterno attività aerobica e anaerobica seguo una dieta abbastanza equilibrata evitando picchi glicemici esagerati.Riporto brevemente quando sono iniziati pian piano i sintomi che riporterò poco più in basso.Durante lo svolgimento di un corso di formazione abbastanza stressante ho iniziato ad assumere glutammina per aiutare la memoria.Dopo circa 5 mesi i primi sintomi in maniera blanda.Lo scorso maggio ho fatto una dieta proteica con scarico carboidrati per circa 20gg in questo periodo i sintomi alleviati.Dopo poche settimane i sintomi sono peggiorati sempre di più.
Da un anno e qualche mese in maniera sempre maggiore avverto questo disturbi sbalzi d'umore,tendena ad isolarmi,nervosismo,scontrosità ,sorta di confusione mentale costante,debolezza muscolare in special modo alle gambe con bruciore continuo anche dopo pochi scalini,astenia sessuale cosa che mi capita sempre si più spesso sono attacchi di fame senza controllo sul senso di sazietà in maggior modo nel pomeriggio dalle 16 in poi,comunque anche dopo aver pranzato e cenato non avverto mai senso di sazietà potrei mangiare fino ad avere nausea.
Ho fatto una visita da un neurologo psichiatra poiché secondo la mio medico curante poteva essere un disturbo alimentare Bulimia/ fame nervosa dovuta a stesa...Ipotesi esclusa anche perché non sono un tipo ansioso,pratico meditazione.
Ho eseguito esami del sangue con valori nella norma in generale indagando Tsh T3 T4 testosterone valori nei limiti,colesterolo LDL 220 oltre il limite,Pressione arteriosa bassa,glicemia 68,ferritina bassa.
Mi è stato prescitto si integrare la dieta con Fibre(Dulcofibre), per regolarizzare assorbimento intestinale,dieta per abbassare colesterolo ma nulla è cambiato.
Volevo sottopormi ad una visita da un endocrinologo nelle prossime settimane poiché ho paura che possa dipendere da qualche squilibrio ormonale.
Volevo sapere che esami potrei fare da portare in visione all endocrinologo per non andare senza alcuna documentazione alla visita.
Ringrazio anticipatamente per la disponibilità.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gent.le
si sottoponga prima alla visita. Sarà poi il collega a prescriverle gli esami che più dovesse ritenere indicati.
In generale leggendo quel che ha scritto non mi sentirei di escludere almeno una componente "psicogena".
Pertanto qualora visita endocrinologica/esami non dovessero illuminare il caso riprenderi in considerazione l'aspetto disturbo della condotta alimentare.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 327XXX

Gentilissimo dottor Poli la ringrazio di aver risposto,
volevo un indicazione riguardo gli esami giusto per accorciare i tempi...
E' stato comunque davvero gentile
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non era una risposta per aggirare la domanda. E' il comportamento corretto: prima la visita specialista lasciando quindi a quest'ultimo la facoltà di indicare gli esami che ritienga necessari a dirimere il caso.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it