Ipercalcemia, FT3 alto e nausea

Gentile Dottore,
i miei ultimi esami del sangue hanno evidenziato alcune anomalie che non avevo mai precedentemente riscontrato, in particolare lieve iperglicemia: 10.3 mg/dl( rif 8.9-10) e FT3 5.55pmol/l (rif 2.23-5.34). Essendo gli altri valori tiroidei nella norma FT4 13.43 pmol/l (rif 9.14-23.81) e TSH 3.10 microUI/ml (rif 0.5-4.7) non ho dato eccessivamente peso alla cosa.
Tuttavia da qualche mese soffro di nausea e inappetenza: cosa del tutto inconsueta per me e molto spiacevole visto che per motivi metabolici ero solita iniziare la giornata non solo con molto appetito, ma in pratica con un pasto completo (una colazione nord europea, diciamo) e sto iniziando a perdere peso oltre che a sentirmi stanca e poco lucida durante il giorno (nessuna gravidanza in corso).
Qualche mese fa, inoltre, sono andata in pronto soccorso per una copiosa emorragia subcorneale spiegata con ipertensione, mentre ho sempre sofferto di pressione bassa.
Ci sono altre piccole stranezze degli ultimi mesi ( dermatite cuoio capelluto e desquamazione della pelle del viso, un breve episodio di ematuria, rinvenimento casuale di due piccole cisti in un rene in corso di ecografia addome, dismenorrea...) con cui non vorrei dettagliare eccessivamente un'anamnesi on-line, vorrei tuttavia sapere se da queste informazioni può essere utile/auspicabile approfondire qualcosa, PTH in particolare, e nel caso, da dove iniziare. Sono impaziente di riprendere l'attività sportiva agonistica (sospesa per motivi famigliari) e non vorrei peccare di superficialità trascurando qualcosa.

Il resto degli esami del sangue rivelava:
iperprolattinemia 36.24ng/ml(5.18-26.53)
LDH basso116UI (125-234)
lieve innalzamento Alpha2 14.9% (9.5-14.4)
lieve abbassamento Gamma 9.3%(10.7-20.3)
e lieve ittero con Bilirubina tot 1.60mg/dl (fini a 1.20) diretta 0.60 (fino a 0.50) indiretta 1.00 (fino a 0.70)
emocromocitometrico normale(ematocrito appena sotto il limite inferiore)
parametri della coagulazione normali
enzimi epatici, colesterolo trigliceridi, urato urea creatinina normali
altri minerali entro il range di normalità

Cordialità
[#1]
Dr. Roberto Cesareo Endocrinologo 239 9
gli esami da lei riportati non fanno rilevare nulla di significativamnet erilevante.
Anche i valori di calcemia 10.3 (penso intendesse calcemia in quanto leggo iperglicemia) non pongono a fare nulla ne tanto meno alla richiesta del dosaggio del paratormone.
sarebbe utile solo un monitoraggio nel tempo anche a 6 mesi degli esami di funzione tiroidea integrato con il dosaggio degli autoanticorpi tiroidei visto i livelli di TSH nel range alto della norma per l'età
saluti

Dr. Roberto Cesareo
Specialista in Endocrinologia e Malattie Metaboliche

[#2]
dopo
Attivo dal 2014 al 2014
Ex utente
Grazie della Sua gentile risposta,

mi scuso per il lapsus, come ha giustamente dedotto, il valore indicato si riferiva ad ipercalcemia.

Seguirò volentieri il consiglio ricontrollando i valori tiroidei tra sei mesi e aggiungendo il dosaggio degli autoanticorpi. tiroidei.

Cordiali saluti e buon lavoro.

La dermatite è un'infiammazione della pelle dovuta a varie cause (per esempio atopica, allergica o da contatto), con sintomi comuni come prurito e arrossamento.

Leggi tutto