Utente 228XXX
Buonasera,
Vi scrivo perchè mio marito da più di un anno ha dei grandi sbalzi di Tsh.
Poco più di un anno fa gli fu prescritta una cura con Eutirox,perchè aveva un Tsh a 6.Inizialmente con 25 mcg, e poi 50 mcg.
Ando' subito in ipertiroidismo...fu ricoverato diverse volte perchè aveva tutti i valori tiroidei sballati e ebbe fibrillazione atriale.
Successivamente putroppo la situazione è rimasta invariata!
Continua ad avere Flutter e fibrillazione....è stato ricoverato e gli sono stati effettuati tutti gli esami sul cuore.I medici attribuiscono tutto alla tiroide.
Perchè nn ha più un equilibrio.
Passa da un Tsh a 12 (solamente in questo ultimo periodo) a un Tsh a 6 nel giro di due settimane fino a scendere nel giro di un mese in totale a 3.
Nell'arco di questi cambiamenti gli si presentano delle fibrillazioni che ora sono attutite da due farmaci...un antiaritmico e un betabloccante.

E' sempre stato in salute fino al giorno che assunse Eutirox prescritto dal vecchio endocrinologo.Ne abbiamo fino ad oggi girati 5...tutti hanno detto la frase" ma con un tsh a 6 gli hanno prescritto la cura??".

Io da completa "ignorante" in materia deduco che quell'equilibrio che aveva è stato rotto...da una cura che nn doveva effettuare...

Vi chiedo a voi medici...Riuscirà mai a ritrovare un equilibrio?
O è il caso di levare questa tiroide ormai (forse) danneggiata?
Vi ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Sergio Di Martino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2004
"ma con un tsh a 6 gli hanno prescritto la cura??"

Non si deve meravigliare di questa osservazione, perche' finche' il valore del TSH, uno degli indici piu' importanti dello stato funzionale tiroideo, non raggiunge il valore di 10, la terapia con tiroxina non e' obbligatoria, ma va valutata da caso a caso secondo diversi parametri.

Nel momento in cui si decide comunque di intraprendere la terapia, si deve individuare un dosaggio tale che i valori del TSH si aggirino orientativamente intorno 2.5.

Per individuare il dosaggio ottimale, di solito si prendono in considerazione diverse variabli, tra cui il peso, le modalita' di assunzione, eventuali problematiche di assorbimento e le interferenze di altri farmaci.

Non credo sia stato "rotto alcun equiibrio", si deve solo stabilire se la terapia va effettivamente effettuata, stabilendo la posologia adeguata, cosa non impossibilie.
Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia
http://www.medicitalia.it/s.dimartino

[#2] dopo  
Utente 228XXX

Quello che mi preme di più Dottore è uscire dall'incubo di queste fibrillazioni...

Il primo episodio importante (con codice rosso in ospedale) risale lo scorso Giugno...(ed era in ipertiroidismo smise proprio l'assunzione della pasticca qualche giorno prima perchè si sentiva molto strano:agitato, una forte carica). L'ultimo episodio importante è accaduto ad Ottobre (con tanto di ricovero di 5 giorni in ospedale,nn prendeva più l'Eutirox da Giugno, assumeva solamente il betabloccante da Agosto).
Ora da Ottobre sta assumendo insieme il betabloccante,l'antiaritmico...

Gli ultimi tre endocrinologi hanno assolutamente vietato l'uso di Tiroxina(anche di soli 25 mcg) perchè va in tirotossicosi e ipertiroidismo.

Solo un medico (il primo, colui che prescrisse putroppo l'eutirox) ha continuato a somministrargli l'eutirox dopo il primo attacco di fibrillazione (che ancora nn era conclamato,e nn sapevamo cosa fosse..perchè la prima fibrillazione fu breve)...e putroppo mio marito ha continuato ad assumerlo per un anno dandogli retta...e solo a Giugno l'ha smesso dopo la prima corsa in pronto soccorso.

Purtroppo anche io ho avuto una forte tachicardia a Settembre...(cuore a 150 battiti e continuo ad avere un episodio al mese
fino ad oggi) andavo dallo stesso endocrinologo...(Invece di farmi sospendere la pasticca come mi diceva il cardiologo al quale mi ero subito rivolta per la grande paura...ho fatto Holter ecc..)questo endocrinologo giorno per giorno...mi diceva di diminuire solamente la dose...Il cardiologo si arrabbio' parecchio!verso l'endocrinologo perchè per lui dovevo subito sospendere....Assumevo 75 mcg...e avevo ottenuto un Tsh a 0,5...iniziai per un Tsh a 6 e l'idea di una gravidanza...avevo gli anticorpi anti tireoglobulina..che ora nn ho più...e sono dimagrita tanto da 56 kg a 46,3...Non assumo più nulla da Settembre.Comunque dopo questi diversi episodi, il mio buon senso mi ha fatto abbandonare questo medico...anche per un ennesima situazione incredibile e imbarazzante ...Nel mio cuore so che questo medico ha creato un qualcosa...Il nuovo endocrinologo mi ha detto che solo per la ricerca di gravidanza devo assumere 0,25 mcg..(quando le acque si saranno calamate...).

Dice che questi sbalzi di Tsh di mio marito (da 12 a 3) poco finiranno?

[#3] dopo  
Dr. Sergio Di Martino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2004
La gestione passa nessariamente per le indicazioni delle linee guida scientifiche, generalmente applicate per la terapia dell'ipotiroidismo, soprattutto quello subclinico.

Per un valore di TSH fino a 10, si decide da caso a caso se trattare o meno, sulla scorta di diversi parametri, clinici e laboratoristici, oltre questa soglia, si tratta sempre.

Nel caso specifico, si dovrebbero conoscere anche altri tasselli, come il profilo anticorpale tiroideo completo, nello specifico gli anticorpi anti tireoglobulina, anti perossidasi e anti recettore del TSH nonche' le relative metodiche utilizzate per dosarli, prendere visione diretta delle immagini ecografiche e soprattutto del quadro clinico completo, fondamentale sia per la diagnosi che per la eventuale terapia.
Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia
http://www.medicitalia.it/s.dimartino

[#4] dopo  
Utente 228XXX

La ringrazio Dott.
Questa notte mio marito è riandato di nuovo in fibrillazione.
Tre giorni fa aveva un Tsh a 2....oggi ha un Tsh a 4,6...poco più di un mese fa il suo Tsh era a 12.
Il nuovo endocrinologo gli aveva prescritto di fare le analisi delle "catecolamine",secondo lui molto importanti...però doveva togliere il betabloccante per 14 giorni.Mio marito l'aveva tolto da 5 giorni...e questa notte è successo cosi.La fibrillazione è durata 9 ore...è scomparsa poi perchè (invece di andare al p.soccorso e rifarsi fare il cordarone...) ha voluto riassumere di sua iniziativa nuovamente il betabloccante.

All'epoca il "vecchio endocrinolgo" gli aveva prescritto le analisi anticorpali complete...Erano positivi solo gli anticorpi anti tireoglobulina,il valore si aggirava sui 3.000...e aveva questo Tsh a 6.
Gli prescrisse Eutirox 25 e poi 50....e poi successe il tutto. Gli anti perossidasi e anti recettore del TSH gli sono stati prescritti da un altro endocrinologo successivamente dopo gli episodi di fibrillazione ed erano negativi.
L'eco color doppler ne ha fatti diversi,ed era uscito solamente un piccolo nodulino...


Putroppo questo medico essendo anche il mio endocrinologo curante...Visto che ci conosceva da diversi anni...Quando andai per me gli raccontati in modo calmo di mio marito... Mi disse la frase che non avrei mai voluto sentire "Eh ma io 50 di Eutirox non glil'ho mica prescritto!"...Mi caddero le braccia!e li mi mise mille punti interrogativi... c'era stato fino quel giorno un buon rapporto medico-paziente,gli davo tanta fiducia!!
Mi spaventai tanto! anche perchè abbiamo la sua prescrizione!...E poi con una scusa dopo 13 minuti di "visita" si alzo andò verso la porta l'aprii....mentre io e mia madre eravamo ancora seduti,perchè stavamo parlando...e ci fece capire di andare...Rimanemmo malamente incredule...e per non creare scenacce ce ne andammo via senza dirgli nulla.
Da li non lo reputai più medico...Quando mi prese a me la tachicardia a 150...non mi rispose più al telefono...
Comunque avvertii di questo fatto tutto il centro medico compreso proprietario dove lavora il Signore..

Ora putroppo sono passati diversi mesi,ma la situazione non è cambiata.Sinceramente l'incubo che ci accompagna giorno e notte...e che con una cura data sbagliata possa aver provocato in mio marito qualche danno o difetto al cuore...Non so se lei puo' darmi parere in questo...Putroppo non esiste più vacanza o altro,siamo sempre in allerta...e non è neanche più vita.
I cardiologi escludono un studio elettrofisiologico perchè non ha equilibrio con questa tiroide...e che anche andando a indagare e "bruciare" non avendo equilibrio potrebbe riaccadere il tutto.Al cuore dicono che non ha nulla...
Tirando le somme 5 endocrinologi non gli avrebbero prescritto nulla...l'unico "che remava contro" era questo vecchio endocrinolgo.Da "completa ignorante" mi dico" ma non sarebbe possibile eliminare questa tiroide ormai impazzita per cercare di tornare alla vecchia vita di prima tranquilla? visto che ha questi grandi sbalzi di Tsh?"

Mi scusi il disturbo ma volevo essere chiara e raccontare come si erano svolti i fatti