Utente 375XXX
Gentili dottori,

Vi scrivo questa volta per un problema tecnico. Sono in cura per un disturbo bipolare, assumo il litio tra gli altri farmaci, sempre con una litiemia ottima. Oggi mi è venuta la curiosità di controllare i valori tiroidei, ebbene questo è stato il responso:

FT3 - TRIIODOTIRONINA LIBERA 2,19 2,0 - 4,4 CLIA ng/dL
FT4 - TIROXINA LIBERA * 0,58 0,75 - 1,46 CLIA mIU/L
TSH - ORMONE TIREOTROPO 7,490 * 0,27 - 4,2

I valori sono un pò sballati e, almeno credo..siano suggestivi di un ipotiroidismo indotto da litio che ormai prendo da 9 mesi a dosaggi congrui. Se non altro, lo psichiatra ha preferito non apportare nessuna modifica nei dosaggi nè introdurre alcuna terapia sostitutiva. A me tutto ciò è sembrato alquanto strano. Lo psichiatra ha giustificato i valori alti dicendo che "in tutte le persone che assumono litio il tsh è sballato..nulla di cui preoccuparsi", si certo, nulla, se non per il fatto che ultimamente patisco enormemente il freddo, ho ansia, un'ansia che pervade quasi tutti gli ambiti di vita, sbalzi d'umore nonostante la terapia, difficoltà a dimagrire..ecc...A questo punto, chiedo: è condivisibile la linea di condotta del mio curante o varrebbe comunque la pena di consultare un endocrinologo per avere un quadro più dettagliato della situazione, che invece mi è sembrato un pò approssimativo? Inoltre i sintomi sovraelencati possono essere suggestivi di ipotiroidismo o altrettanto potrebbero essere sintomi della malattia psichica di base? Spero possiate rendervi conto di quanto sia frustrante assumere una terapia che mira a stabilizzare l'umore, ma che poi di fatt, soprattutto negli ultimi tempi, è caratterizzato da ricadute sempre più frequenti.. Vi ringrazio come sempre per l'attenzione, attendo vostre risposte, cordialmente.

[#1] dopo  
Dr.ssa Alessia Sagazio

28% attività
0% attualità
12% socialità
CIVITANOVA MARCHE (MC)
SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP)
ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE)
ANCONA (AN)
PESCARA (PE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Suo è un ipotitoidismo subclinico probabilmente indotto dalla terapia con litio.deve fare una consulenza endocrinologica per ecografia tiroidea e clinica e per iniziare terapia sostitutiva con l tiroxina. Saluti
Dr. Alessia  Sagazio
Specialista in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo
Pescara Teramo Ascoli Piceno Macerata Ancona

[#2] dopo  
Utente 375XXX

Gentile dott.ssa Sagazio,

La ringrazio per la veloce risposta! Le volevo chiedere se quindi, a suo parere, con valori del genere, è conveniente iniziare una terapia con l tiroxina. E se i valori sballati possono essere causa concomitante dei disturbi umorali e ansiosi. Inoltre (e questa è la cosa che mi preme di più) se questa terapia, una volta iniziata, può cercare di ristabilire anche in parte magari il mio assetto umorale e di ansia? Grazie ancora per l'attenzione, cordialmente.

[#3] dopo  
Utente 375XXX

Gentili medici,

Scusate l'insistenza, ma mi trovo in una situazione non facile. Riguardo le analisi e i valori del tsh alterati l'endocrinologo ha deciso di iniziare una terapia con eutirox 25, dicendo che con l'inizio della terapia scompariranno anche i sintomi umorali e di ansia. D'altra parte lo psichiatra è convinto che tutti coloro che prendono litio hanno il tsh leggermente alterato e non è necessaria alcuna terapia. A questo punto non so chi ascoltare, per questo chiedo questo consulto, per cercare di avere le idee più chiare rispetto alla possibilità di un miglioramento con eutirox rispetto ai sintomi psichiatrici che sembrano non migliorare neanche con l'adeguata terapia data dallo specialista. Resto in attesa di una vostra risposta. Cordialmente