Utente 847XXX
Sono una donna di 37 anni, da un controllo occasionale ecografico alla tiroide mi è stato dato il referto con tiroide ingrandita,del lobo sn (DX A.P.Cm 1,88 SN A.P. Cm.2,13) ecostruttura granulosa con plurinodularità prevalentemente isoecogena, a sn presenza di nodulo di maggiori dimensioni ipoecogenosottile e regolare di 2,56 cm conclusioni gozzo multinodulare. In data 19-09-2008 ho fatto gli esami tiroidei
TSH (0,31Ml v.di rif. 0,20-4,00)FT3(3,66pg/ml rif.1,7-4,1) FT4(2,17ng/dl rif.0,80-1,90 (ABTG 20IU/ML RIF.0-40)(TPO 10 RIF. 0-50) successivamente ho ripetuto gli esami in data 07-10-2008 in un altro laboratorio e i risultati sono stati i seguenti: TSH (0,01 Ml rif. 0.27-4.20) (FT3 LIBERA 8,27pmol/l rif. 3.1- 6.8) FT4 (48,76pmol/l rif.12.00-22.0) Dalla prima visita endocrinologica mi è stato appunto consigliato di ripetere gli esami tiroidei e di eseguire una scintigrafia tiroidea, il referto è stato il seguente : l'esame è stato eseguito 20 minuti dopo la somministrazione del tracciante radioattivo ( pertecnetato) La ghiandola tiroidea scintigraficamente non è evidenziabile per la quasi totalità di assente captazione del pertecnetato come da patologia acuta in atto (tiroidite) e/o assunzione iatrogena di iodio. Non avendo ancora parlato con l'endocrinologa sono alquanto in ansia e confusa, premesso che ancora non prendo farmaci per il suddetto problema non uso la pillola, ho soltanto assunto negli ultimi mesi e sospeso circa dieci giorni fà il Parlodel da 2,5mg (mezza compressa) per il valore dalla prolattina un pò sopra la norma. Spero di essere stata chiara nell'esporre il problema e vi prego di darmi al più presto un vs chiarimento, Sicura di una vs risposta porgo cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Sergio Di Martino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2004
Il quadro e' quello di una tireotossicosi, letteralmente aumento in circolo di ormoni tiroidei. La causa va individuata.
Deve aiutare in questo caso come in altri il quadro clinico.
E' presente dolorabilita' alla regione anteriore del collo, febbre? L'emocromo e la VES nonche' la PCR e il QPE sono alterati'? Se si sono suggestivi di una tiroidite subacuta, generalmente su base virale che puo' giustificare la assenza di captazione alla scintigrafia. Importante comunque sarebbe effettuare una curva di captazione del radioiodio prima ancora di iniziare una eventuale terapia.
Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia
https://www.medicitalia.it/s.dimartino

[#2] dopo  
Utente 847XXX

G.MO Dottore, la ringrazio per aver accolto la mia richiesta, proprio oggi mi sono recata dall'endocrinologa che mi ha confermato come lei la diagnosi di tiroidite subacuta,accusando io effettivamente un leggero dolore ai lati del collo e dopo avermi visitata mi ha prescritto solo il Deltacortene da 25mg Da assumere per un mese diminuendo via via le dosi, per quanto riguarda il suo consiglio sulla curva di captazione del radioiodio approfondirò la cosa, mi chiedevo se era possibile che io abbia avuto questa alterazione in seguito all'uso di prodotti (es. tinture per capelli, detersivi, cosmetici,e altro)anche perchè mi sembra di capire che probabilmente è una cosa che si è creata da diverso tempo, ma non avendo mai avuto significativi sintomi a parte un costante bruciore di gola e un pò di disfagia non potevo certo da sola sospettare la cosa.