Utente 129XXX
Salve,
sono affetta da tiroidite di Hashimoto da circa 15 anni e da altrettanti anni sono in cura con levotiroxina.
Per circa 13 anni, anche nel corso delle mie due gravidanze ho assunto Eutiox senza mai avere particolari problemi, se non quelli legati ad un eccesso o mancanza di farmaco che sono stati sempre risolti aggiustando la posologia.
Circa un anno e mezzo fa l'endocrinologo che mi tiene attualmente in cura mi ha fatto passare da eutirox a Tiche con somministrazione contemporanea di Syrel consigliandomi questo farmaco perchè meglio assorbito.
Nessun problema fino a circa una ventina di giorni fa quando facendo un dosaggio degli ormoni tiroidei per un controllo di routine ma anche perchè mi sentivo molto stanca, senza forze, particolarmente deconcentrata e con vari dolori muscolari, aumento di peso, il TSH aveva raggiunto un valore di 13, 30 mentre ft3 e ft4 si mantenevano nella norma.
L'endocrinologo a quel punto mi ha consigliato di variare il dosaggio e di alternare tiche 88 (che assumevo prima per 6 giorni a settimana) e tiche 100, assumendo i farmaci tutta la settimana e alternado il syrel.
Dopo due settimane ho ripetuto il dosaggio di TSH che risultava ulteriormente aumentato a 16,39. A questo punto il medico ha deciso di cambiarmi la formulazione passando al tirosint 100 tutti i giorni e aggiungendo 5 gocce di liotir al giorno. Mi ha detto che il tiche non si stava piu' assorbendo. A cosa potrebbe essere dovuta questa variazione nell' assorbimento visto che non è cambiato nella nè nella mia alimentazione neè per assunzione di altri farmaci ? Assumo la pillola anticoncezionale che cmq non mi ha mai provocato problemi di nessun tipo. Inoltre leggendo il foglietto illustrativo di liotir e tirosint veniva indicato di avvisare il proprio medico in caso di assunzione di farmaci contenenti estrogeni ma il mio endocrinologo non l'ha ritenuta una cosa importante.
Sono 5 giorni che ho cominciato con la nuova terapia...ma nn mi sento per niente meglio.
Pensate che sia la terapia giusta? Posso fare altro?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Sergio Di Martino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2004
La contestuale assunzione della pillola anticoncezionale, può imporre la necessità di dover assumere più Tiroxina. Vanno bene le formulazioni di ultima generazione, sia in capsule che liquida, generalmente meglio assorbite rispetto a quella in compresse. Circa l'associazione con la T3, è possibile, ma va valutata attentamente da caso a caso.
Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia
http://www.medicitalia.it/s.dimartino

[#2] dopo  
Utente 129XXX

Grazie mille, gentile dottor Di Martino.
Ho ricontattato il mio endocrinologo poichè la terapia non sembrava fare effetto, visto che il senso di forte stanchezza e affaticamento persisteva; pertanto mi ha aumentato ulteriormente il dosaggio di tirosint da 100 tutti i giorni a 100/112,75 a giorni alterni, anche se hi moltissima difficoltà a dividere in due la fiala da 25. Intanto continuo con il T3. Cosa potrebbe comportare un ' eventuale errata assunzione di T3?
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Sergio Di Martino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2004
Dividere i flaconcini, che mi sembra di capire stia assumendo, ritengo cosa estremamente complicata e poco precisa oltre che poco pratica.
Personalmente non l'ho mai presa in considerazione, né consigliata.
Circa l'assunzione della T3, laddove si decidesse di assumerla, essendocene i requisiti, la somministrazione, di solito la si divide in due o tre volte nell'arco della giornata.
Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia
http://www.medicitalia.it/s.dimartino