Ipotiroidismo su base autoimmune?

Gentili medici,

nell'agosto 2020 ho effettuato il dosaggio del TSH che è risultato elevato (5, 62 mU/L - Valori di riferimento 0, 30-3, 60 mU/L).

Circa due settimane dopo (inizio settembre) ho effettuato un'ecografia tiroidea il cui referto riporta "dimensioni ai limiti superiori della norma (diam AP di lobo dx: 17, 5 mm; sn: 17, 8 mm) a contorni polilobati.
Ecostruttura parenchimale diffusamente e marcatamente disomogenea, ipoecogena, con minute formazioni nodulari ipoecogene a profili regolari di dimensioni max 5x3 mm come da tireopatia cronica. ".
Mi sono recata presso un endocrinologo che ha ripetuto l'ecografia; nel referto ha riportato "ghiandola in sede, di volume nei limiti.
Parenchima ghiandolare normoecogeno, disomogeneo con lacune millimetriche ipoecogene come da pattern tiroiditico focale con formazioni pseudonodulari, le più rilevanti subcentrimetriche al paraistmo di sn e al III medio di destra di 5 e 6 mm, vascolarizzazione nei limiti.
Non si rilevano franche formazioni nodulari con carattere di sospetto".

L'endocrinologo ha diagnosticato "ipotiroidismo subclinico in quadro di tiroidite cronica verosimilmente autoimmune".
Su suo consiglio ho effettuato il dosaggio di TSH, FT3, FT4, anticorpi anti-TPO, anticorpi anti-TG (dato che nel frattempo mi sono trasferita per motivi di lavoro, ho potuto effettuare questo dosaggio solo ora).

In ogni caso, questo è il referto:
FT3 - 3, 74 pg/mL (Val. rif. 2, 0 - 4, 3)
FT4 - 0, 84 ng/dL (Val. rif. 0, 7 - 1, 7)
TSH - 3, 57 microIU/mL (Val. rif. 0, 25 - 4, 5)
Anticorpi anti-Tireoglobulina -TGA - 3, 20 IU/mL (Val. rif. <5)
Anticorpi Anti-Microsomi - TPO - 12, 70 IU/mL (Val. rif. < 10)

Gli anticorpi anti-microsomi-TPO sono, pertanto, risultati elevati.
L'endocrinologo che mi aveva consigliato questi esami mi aveva detto che se avessi riscontrato TSH persistentemente elevato e/o autoanticorpi elevati avrei dovuto iniziare la terapia sostitutiva con levotiroxina.

Al momento purtroppo mi trovo in trasferta di lavoro e nella città del mio attuale domicilio non ho un medico di base a cui fare riferimento.
Pertanto chiedo a voi, se possibile, un'interpretazione di questi dati, per sapere se si tratta di ipotiroidismo autoimmune e se è necessario che inizi la terapia. Non appena possibile, farò vedere gli esami ad un medico, grazie.
[#1]
Dr. Dario Genovesi Medico nucleare 71 11
Buongiorno,
dagli esami che ha riportato appare evidente che si tratti di una tiroidite cronica su base autoimmune che, al momento, non determina un evidente ipotiroidismo.
L'unico parametro che, unitamente alle manifestazioni cliniche, deve orientare verso l'impostazione di una terapia sostitutiva con levotiroxina è il TSH.
Spero di averla aiutata a fugare i suoi dubbi.
La saluto cordialmente

Dott Dario Genovesi

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio