Gentile Dr. Vannucchi Tommaso ..............

Egr. Dr. Vannucchi, mi scusi, io soffro di depressione da 25 anni e sotto controllo medico (con diversi specialisti) ho iniziato e terminato varie cure antidepressive, per poi ritornare ai farmaci a seguito di ricadute.
Ora da 2 anni sono in cura con brintellix a 10 mg e siccome lo psichiatra non aveva intenzione di terminare la cura, ho consultato un'altro specialista ma anche secondo lui ho necessità di continuare ancora per anni, in più mi ha chiesto se soffro di ansia e io gli ho detto che non è un'ansia invalidante ma un pò sono ansioso ed ho anche un pò di ansia sociale, poi mi ha chiesto se sono nervoso ed ho risposto che se si intende irascibilità, allora effettivamente vorrei esserlo di meno perchè effettivamente lo sono.
Mi ha allora detto che dalla documentazione che avevo portato vede che in passato non ho assunto ansiolitici e mi ha prescritto 5 gocce di Alprazig al mattino e 5 il pomeriggio;
io però gli ho detto che gli ansiolitici li ho assunti tutte le volte che ho ricominciato una cura antidepressiva per poi giustamente sospenderli (su indicazione specialistica) anche perchè sapevo che vanno usati solo per brevi periodi poichè causano assuefazione e possono anche creare dipendenza fisica e psicologica.
Con mia grandissima sorpresa lo psichiatra (che è il responsabile di un CSM) mi ha detto che non è vero e che anche gli ansiolitici possono essere assunti per anni in quanto l'assuefazione per l'effetto ansiolitico non c'è.

Se non ho capito male, leggendo due risposte che Lei ha dato a due diversi utenti, mi sembra di capire che anche lei è dello stesso parere e che pure lei esclude l'assuefazione dell'effetto ansiolitico ma è presente quella sugli effetti sedativi e/o ipnoinducenti, è così ?
Nota: personalmente, anche se non è curativa, non mi dispiacerebbe assumere assumere a vita quest' Alprazig .......... se mi farà stare bene.

2) Inoltre alla mia domanda se può causare problemi sessuali, il dottore mi ha risposto:
"al contrario ...... può aiutarti in merito".
Lei concorda anche su questo, egr. Dr. Vannucchi ?

La ringrazio per l'attenzione e la saluto cordialmente.
[#1]
Dr. Tommaso Vannucchi Farmacologo, Psichiatra, Tossicologo 6,8k 336 1
Gentile utente
mentre per l'effetrto ipnotico e sedativo con l'uso di benzodiazepine si instaura la tolleranza (basti osservare che dopo una setimana ca gli effetti collaterali da sedazione svaniscono) latolleranza all'effetto ansiolitico è veramente insolita, anzi con il proseguimento prolungato dell aterapia si tende ad osservare una diminuizione spontanea delle dosi da parte del paziente

Tommaso Vannucchi

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la cortese risposta, Egr. Dr. Vannucchi;
infatti è esattamente come dice lei poichè, gli effetti sedativi non li sento più.
Mi perdoni Dottore, lei condivide quanto dice il mio psichiatra? Cioè che questo ansiolitico non influirà negativamente sulla mia sfera sessuale (soprattutto al mio basso dosaggio di sole 5 gocce mattino e pomeriggio) ma che anzi, potrebbe addirittura darmi qualche beneficio?

Quindi, l'unico "problema" (poichè lo specialista credo mi farà assumere la molecola per molto tempo) è che se capita di non prendere (perchè magari fuori casa o per cento altri motivi) il dosaggio pomeridiano, visto che l'emivita dell'alprazig è intorno alle 11 ore, potrei avere problemi (tipo effetti collaterali e ansia da rimbalzo per chi sospende bruscamente l'assunzione) perchè non sarei più coperto e non ci sarebbe più molecola nel mio organismo e dunque sintomi più o meno gravi di astinenza?

Cordialmente

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test