Utente 356XXX
Cari Egregi medici vorrei illustrarvi il mio problema,che ormai persiste da anni(circa 3).
Nel luglio 2004 ho avuto un omprovviso episodio di costrizione alla gola, quasi di soffocamento nn appena arrivata in una località di mare per passare le ferie. Subito fui portata in guardia medica dove risultò tutto normale.(auscultazione torace ,battiti cardiaci).queste crisi che poi tornarono furono accompagnate da pianto,tremore e senso di impazzire.
i sintomi durarono tre giorni,in quanto presi del bentelan compresse 1mg.(riferisco che il posto di villeggiatura era circondato da una rigogliosa vegetazione e piante e fiori di ogni genere).
pur essendo stata da piccola un soggetto asmatico allergico(acari della polvere) gli attacchi di asma si erano allontanati dopo la pubertà.é possibile una loro riacutizzazione?
Non appena ritornai in Sicilia i sintomi si ripresentarono e ogni volta erano accompagnati da crisi di pianto,tremori,tachicardia..);volevo essere accompagnata in guardia medica e dopo il controllo mi riprendevo.era come se il pianto mi allentasse il groviglio alla gola.(sono iscritta ad una facoltà che nn rispecchia le mie attitudini e per questo soffro tutt'ora,con crisi di pianto,rifiuto di seguire le lezioni,stati depressivi ,apatia verso tutto)
I medici mi dicevano si trattasse di attacchi di panico e quindi dovevo trovare la causa altrove.
Comunque ,nonostante ciò ad agosto ho effettuato una visita da un allergologo e ho fatto il prick test.sono risultata allergica ad acari,graminacee,compositae,salsola kali,assenzio,artemisia,ulivo.
mi ha prescritto una terapia di 10 gg pulmaxan breva 5goc 2cm sol.fisiologica.I sintomi si allontanarono.
Per eliminare ogni sospetto feci visita ORL (anamnesi negativa per flogosi tonsillare recidivante.laringoscopia negativa).Devo anche aggiungere che sono tornata dall'otorino lamentando i soliti sintomi,ma nn ha trovato nulla.tutto a posto.
ho effettuato spirometria=esito nella norma
Esame del sangue=valori nella norma a parte sideremia,ferritina ,emoglobina leggermente bassi ma che ho curato con la sola alimentazione.
Esami ormoni tiroidei=nella norma
Ecografia del capo e del collo=tiroide in sede e assenza di adenopatie laterocervicali
Visita cardiologica con ecocolor doppler,ecocardiogramma ed elettrocardiogramma=tutto ok
Ho ripetuto visita ORL =otoscopia negativa,rinoscopia anteriore:turbinati pallidi;fosse nasali,in atto,ampie.Rinoscopia posteriore condotta con fibre ottiche negativa.Tonsille ipertrofiche,criptiche.segni laringei di probabile reflusso gastro-esofageo.
inoltre ho effettuato IgE specifiche=dermatophagoides p.e f. classe 6
assenzio selvatico classe6
graminacee classe 3
compositae classe 4
Inoltre ho eseguito test allergici alimentari per scongiurare la presenza di edema della glottide=tutto negativo
Dopo questi esami gli episodi di costrizione alla gola sono stati considerati causa di una consistente ed allarmante allergia.
ultimamente soffro anche di frequenti bruciori alla gola con faringiti ricorrenti.ho fatto una cura con BIOMUNIL per quattro mesi e devo dire che quest'anno gli episodi sono diminuiti.durante gli attacchi faccio l'aerosol e bentelan al bisogno.
Seguo terapia antistaminico AERIUS e ALIFLUS la mattina e sra
E in più terapia desensibilizzante acari della polvere (gocc sub linguali)
Volevo chiedervi se questi disturbi alla gola possono essere causati dalla sola allergia visto che ad ogni corsa in guardia medica i bronchi nn sono mai stati ostruiti.é possibile chr l'allergia si fermi nel tratto orofaringeo?da piccola i miei attacchi erano diversi.si trattava di asma.
Che concomitanza può esserci con gli attacchi di panico?il nervosismo può incidervi?io sono una persona molto ansiosa e mi allarmo per le sciocchezze
Sicura di una vostra esauriente e tempestiva risposta porgo i miei cordiali saluti e un particolare ringraziamento


[#1]  
Dr. Roberto Mangiarotti

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2004
Gentile Utente, vista la normalità di tutti gli accertamenti effettuati, se non vi sono altri sintomi di reflusso gastroesofageo e se anche l'ecografia tiroidea è normale, ritengo che possa stare tranquilla e che gli episodi siano da attribuire ad uno stato ansioso.
Cordiali saluti
Dott. Roberto Mangiarotti

[#2] dopo  
Utente 356XXX

grazie per la risposta cosi esauriente e tranquillizzante.
Nell'ultimo periodo soffro spesso di acidità e volevo provare a prendere al mattino 15mg lansoprazolo e gaviscon dopo i pasti.
Cosa ne pensa?Oppur, visto che nn ho fatto alcun esame a riguardo potrei solamente prendere del gaviscon.
a parte i disturbi allergici che sono stati accertati, i miei sintomi potrebbero essere correlati ad uno stato ansioso?
io sono preoccupatissima!!!
che mi consiglia?

[#3]  
Dr. Roberto Mangiarotti

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2004
...di stare tranquilla !
Dott. Roberto Mangiarotti

[#4]  
25413

Cancellato nel 2013
Gentile Utente,
i sintomi da lei descritti non fanno pensare ad un problema da reflusso gastroesofageo né ad altre condizioni patologiche del tubo digerente. L'acidità che si è presentata nell'ultimo periodo potrebbe essere trattata solo con del gaviscon al bisogno: non vedo alcun motivo per prendere lansoprazolo o altri PPI.
Certamente ha tutti i motivi per avere uno stato ansioso: è quello che deve curare... Magari non con una terapia medica (a 25 anni è referibile evitare gli psicofarmaci) ma con un training autogeno, o magari con una vacanza!!! (efficacissima)
Auguri
Giovanni D. Tebala
gtebala@medicitalia.it